Connect with us

La pillola contraccettiva d’emergenza è arrivata a Dubai

La pillola contraccettiva d'emergenza è arrivata a Dubai

Lifestyle

La pillola contraccettiva d’emergenza è arrivata a Dubai

In questi giorni se n’è discusso in diversi gruppi Facebook di donne expat e, tra dubbi e stupore, la notizia è confermata: la pillola contraccettiva d’emergenza, o “pillola del giorno dopo” come viene comunemente chiamata, è ora disponibile anche a Dubai.

Commercializzata con il nome di Navela (levonorgestrel 1.5) è in vendita nelle principali farmacie della città da circa un mese, esclusivamente sotto prescrizione medica.

Dell’argomento se ne era discusso già nel 2015 quando erano comparsi alcuni articoli sui quotidiani locali (qui trovate quello uscito su The National): allora, alcuni medici, avevano chiesto l’introduzione del farmaco nel Paese, sottolineando come non si tratti in alcun modo di una pillola abortiva. Il farmaco agisce infatti impedendo il processo di fecondazione, esattamente come la pillola anticoncezionale, autorizzata da anni negli Emirati Arabi. La pillola contraccettiva d’emergenza  va infatti assunta, in una sola dose, entro 72 ore da un rapporto non protetto considerato a rischio gravidanza.

Ma che cosa dice l’Islam a proposito della contraccezione? Arrivando a Dubai, e provenendo da una cultura cattolica, ci si stupisce nel vedere la pillola contraccettiva venduta in tutte le farmacie, accanto alla cassa, spesso senza che nemmeno venga richiesta la ricetta del medico.

Secondo l’Islam, se l’aborto è haram, quindi categoricamente proibito, in nessun versetto del Corano o Ahadith (i racconti sulla vita del profeta Maometto, parte integrante della Sunna) si proibisce invece il controllo delle nascite. La pillola o altre forme di contraccezione non sono quindi vietate dalla religione.

Diversamente dalla religione cattolica, che associa l’atto sessuale alla procreazione, nell’Islam il sesso è infatti considerato un atto naturale con un duplice scopo, la procreazione e la soddisfazione del desiderio. La pianificazione familiare e il controllo delle nascite sono quindi pratiche ammesse.

 

Elisabetta Norzi arriva a Dubai nel 2008. Nata e cresciuta a Torino, dopo una laurea in Lettere Moderne si trasferisce a Bologna per un master di specializzazione in giornalismo. Qui conosce la realtà dell'associazionismo emiliano e decide di occuparsi di tematiche sociali. Entra nella redazione dell'agenzia di stampa Redattore Sociale, collabora per il Segretariato Sociale della Rai e per il gruppo Espresso-Repubblica. Giramondo per passione, comincia a scrivere reportage come freelance con un servizio sulla Birmania durante la “rivoluzione zafferano”, ripreso dalle principali testate e televisioni italiane. Dopo diversi anni come corrispondente da Dubai (Peacereporter, Linkiesta), fonda Dubaitaly.

Click to comment

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

More in Lifestyle

RSS Arabianbusiness

WAM.AE News

Authors

Trends

Calendar

February 2019
SMTWTFS
« Jan Mar »
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
2425262728 

Tags

To Top