Connect with us

Visti di lunga durata: cosa si sa finora

Visti di lunga durata: cosa si sa finora

City Guide

Visti di lunga durata: cosa si sa finora

Sabato scorso il Gabinetto degli Emirati Arabi Uniti ha approvato la nuova normativa che regola i visti di lunga durata (long term Visa) per investitori, imprenditori, talenti specializzati e ricercatori nei campi della scienza, della conoscenza e per gli studenti eccezionali, già annunciata all’inizio del 2018. La mossa fa parte degli sforzi del Paese per diversificare le proprie attività dalla dipendenza dal petrolio, ancora settore trainate per gli Emirati, come emerso dalla recente Abu Dhabi International Petroleum Exhibition & Conference, e per rendere l’economia competitiva a livello globale.

Come tutti sappiamo, oggi i Residence Visa nel Paese hanno una validità di 2 o 3 anni, a seconda se si lavori in Mainland o in Freezone. Vediamo, più nel dettaglio, secondo quanto reso noto finora dai media locali e dalle istituzioni, che cosa sono questi nuovi visti di lunga durata, di 5 o 10 anni.

Visti di 5 anni per investitori nel Real Estate
Secondo le nuove norme, un visto di residenza di 5 anni potrà essere rilasciato ai proprietari di immobili negli Emirati Arabi, purché la proprietà abbia un valore di almeno 5 milioni di dirham. Per avere il visto l’immobile non può essere acquistato con un mutuo e occorre mantenere la proprietà per almeno 3 anni. Chi avrà questo genere di visto potrà portare nel Paese e sponsorizzare anche coniuge e figli.

Visti di 10 anni per investitori nel Real Estate e non solo
I visti di 10 anni saranno invece rilasciati agli expat che abbiano investimenti nel Paese di almeno 10 milioni di dirham, purché il 60% di questi investimenti non riguardino il settore immobiliare. Chi avrà questo genere di visto potrà portare nel Paese e sponsorizzare anche coniuge e figli.

Visti di 5 per studenti d’eccellenza
Gli studenti “eccezionali”, con un punteggio pari almeno al 95% nelle scuole secondarie pubbliche e private, e una distinzione di almeno 3,75 GPA alla laurea universitaria (qui negli Emirati o all’estero), potranno soggiornare nel Paese per 5 anni. Il visto potrà essere esteso anche ai famigliari.

Visti di 5 anni per imprenditori
Il visto può essere rilasciato a due categorie di imprenditori: chi ha un progetto già avviato del valore minimo di 500.000 dirham oppure chi ha l’approvazione da un incubatore di imprese accreditato nel Paese.

Visti per “talenti speciali” fino a 10 anni
Visti di 10 anni potranno essere rilasciati a “talenti speciali” (exceptional talents), ovvero ad innovatori, manager o dirigenti di alto livello, riconosciuti come tali dal Ministry of Culture and Knowledge Development.
Chi viene classificato come “inventor”, o “talento creativo” (compreso il settore della cultura e delle arti) deve ottenere una certificazione dal Ministry of Economy, che comprovi il valore aggiunto che possa portare all’economia del Paese.
Gli “exceptional talent” devono presentare documentazione e pubblicazioni riconosciute a livello internazionale.
I dirigenti e manager devono aver lavorato per aziende di alto livello riconosciute internazionalmente.

Visti per dottori e scienziati fino a 10 anni
Per ottenere questo visto occorre avere diversi requisiti, tra i quali PhD degree in una delle 500 migliori Università del mondo, pubblicazioni di rilievo, specializzazioni ed esperienza di minimo 10 anni.

Nelle prossime settimane, e non appena la norma diventerà operativa, verranno resi noti maggiori dettagli.

Elisabetta Norzi arriva a Dubai nel 2008. Nata e cresciuta a Torino, dopo una laurea in Lettere Moderne si trasferisce a Bologna per un master di specializzazione in giornalismo. Qui conosce la realtà dell'associazionismo emiliano e decide di occuparsi di tematiche sociali. Entra nella redazione dell'agenzia di stampa Redattore Sociale, collabora per il Segretariato Sociale della Rai e per il gruppo Espresso-Repubblica. Giramondo per passione, comincia a scrivere reportage come freelance con un servizio sulla Birmania durante la “rivoluzione zafferano”, ripreso dalle principali testate e televisioni italiane. Dopo diversi anni come corrispondente da Dubai (Peacereporter, Linkiesta), fonda Dubaitaly.

Click to comment

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

More in City Guide

Authors

Trends

Calendar

November 2018
S M T W T F S
« Oct   Dec »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930  

Tags

To Top