Visit Visa e Residence Visa

dubai_visa1.jpg

Il luogo ideale per me è quello in cui è più naturale vivere da straniero (Italo Calvino, “Eremita a Parigi”).

Viaggiare insegna lo spaesamento, a sentirsi sempre stranieri nella vita, anche a casa propria, ma essere stranieri fra stranieri è forse l'unico modo di essere veramente fratelli. Per questo la meta del viaggio sono gli uomini. (Claudio Magris "L'infinito viaggiare").

Molti di noi arrivano a Dubai pensando: “ci fermeremo solamente un paio di anni, questa non può diventare la mia città...”. Ma in quanti si trovano ancora a vivere qui dopo quattro, cinque, sei anni o più? Sempre stranieri e anche un po' a casa.

Ecco come si fa a diventare “expat”:

Visit Visa (visto "per soggiorni di breve durata")

  • Appena arrivati, alla dogana vi chiederanno da dove arrivate e dove soggiornate: è sufficiente specificare il quartiere oppure il nome dell'hotel o residence che avete prenotato
  • Vi verrà rilasciato, con un timbro sul passaporto, il Visit Visa: un visto per "soggiorni di breve durata" che vale 90 giorni, in un arco di 6 mesi. Questo significa che si potranno trascorrere nel Paese 3 mesi consecutivi oppure “consumare” i 90 giorni entrando e uscendo più volte dagli Emirati, ma sempre in un periodo complessivo di 6 mesi. Esauriti i 90 giorni, per i 3 mesi successivi non sarà più possibile l’ingresso negli Emirati

Residence Visa (visto da residenti)

  • Il rilascio del visto é legato alla sponsorizzazione del proprio datore di lavoro (kafala, in arabo): chi non ha un'occupazione non può ottenere la residenza
  • Ha una durata di due o tre anni, a seconda che venga rilasciato a Dubai o in una Free zone di Dubai
  • Chi ha un'occupazione (quindi una sponsorizzazione e un visto) può a sua volta sponsorizzare e dare il visto ai propri familiari e alle maid
  • Se siete dipendenti, in genere è la società per la quale lavorate a sbrigare tutte le pratiche necessarie
  • Se aprite un'attività in proprio e una società, la burocrazia è più lunga e complicata. Affidatevi a uno studio legale o ad agenzie di consulenza specializzate
  • Per ottenere il visto ci vogliono solitamente due-tre settimane
  • Verrete sottoposti al test dell'Hiv e a radiografia del torace
  • Alle donne non sposate viene richiesto anche l'esame delle urine per verificare che non siano incinte (la gravidanza fuori dal matrimonio è illegale)

Iscrizione all'Aire (Anagrafe degli Italiani Residenti all'Estero)

Entro 90 giorni dall'acquisizione della residenza, i cittadini italiani devono presentare la richiesta di iscrizione all'Aire al Consolato italiano di Dubai. L'iscrizione é necessaria non solo per ottenere documenti e certificazioni dal Consolato (ovvero per tutte le pratiche anagrafiche), ma anche per non avere problemi con il fisco italiano.

Per iscriversi sono necessari:

Se avete dubbi o problemi con il visto, potete contattare l'Amer service : al numero verde 8005111, attivo 24 ore su 24, risponde direttamente il General Directorate of Residency and Foreigners Affairs di Dubai.