The Tower: nella città vecchia la nuova torre di Calatrava

tower.jpg

A Dubai, si sa, le dimensioni contano. E tra tutti i già altissimi grattacieli, spicca il Burj Khalifa con i suoi 829,8 metri, la costruzione più alta del mondo, nonché simbolo della città. Ma a quanto pare non basta.

Il gruppo Emaar e la Dubai Holding hanno infatti in progetto un'altra costruzione da record che si propone di diventare la nuova icona della città, il monumento nazionale degli Emirati: una torre ancora più alta del Burj Khalifa, progettata da uno dei più noti architetti del mondo, lo spagnolo Santiago Calatrava. Si chiamerà "The Tower", sarà costruita seguendo i più moderni criteri di ecosostenibilità e sorgerà alla fine del Creek, vicino alla riserva naturale Ras Al Khor Wildlife Sanctuary - Emaar ha assicurato che la struttura e i lavori non andranno ad intaccare minimamente la zona, che ospita da decenni oltre 450 specie di uccelli.

Intorno alla torre si svilupperà una piccola cittadella lunga 6 chilometri - Dubai Creek Harbour - con nove distretti diversi, hotel, Yacht club, edifici residenziali e un altro grande progetto che si aggiudicherà un secondo primato: le "Twin towers" più alte del mondo.

Ma torniamo a "The Tower". Non sarà un tradizionale grattacielo, ma un punto di osservazione sulla città: una complessa struttura architettonica a spirale, supportata e dotata di ponti di osservazioni che permetterà ai visitatori di sostare in cima alla torre e godere del panorama di Dubai a 360 gradi. Oltre a giardini pensili e balconi, sarà illuminata con un sistema particolare che la renderà visibile a miglia di metri di distanza.

Non è ancora stata rivelata l'altezza precisa della nuova costruzione, ma basta il suo costo a far venire le vertigini: un miliardo di dollari. I lavori inizieranno a giugno 2016 e saranno conclusi in quattro anni, in tempo per l'apertura dell'Expo 2020. Il design è ispirato dalla fusione di architettura islamica tradizionale e design contemporaneo: "Dubai è una città in cui l'innovazione architettonica sta facendo passi incredibili - ha sottolineato Calatrava in un comunicato stampa -. Nel nostro progetto abbiamo voluto unire l'architettura tradizionale locale con quella del 21° secolo".

Se volete avere un'idea di come sarà il Dubai Creek Harbour, qui trovate un'anteprima.

1 Comment /Source

Grace

Da quando è a Dubai ha scoperto di essere una accumulatrice seriale di conchiglie.