Subaffitto, piccola guida

sub_affitto.jpg

Buone notizie in tema di casa e affitti. Da questo mese, maggio 2016, entra in vigore una nuova normativa che rende lecito l'affitto di un appartamento (se siete proprietari) o il subaffitto (se siete inquilini) per brevi periodo (short term rental), senza dover passare ogni volta da un operatore turistico certificato, ma ottenendo direttamente la propria licenza dal Department of Tourism and Commerce Marketing. La procedura per ottenere i permessi è semplice e può essere svolta completamente online, senza dover andare in giro per uffici. Una premessa: la normativa permette esclusivamente l’affitto di unità complete come Holyday Homes e non di singole stanze, il cui affitto continua ad essere illegale a meno che non sia esplicitamente specificato nella tipologia dell'immobile.

Una Holyday Home è quindi un’unità abitativa ammobiliata, che può essere affittata giornalmente, settimanalmente, mensilmente o annualmente senza la necessità di un contratto d'affitto approvato dall'Ejari (come avviene invece per i normali contratti di locazione), ma semplicemente prendendo l’apposita licenza di Holiday Home provider.

La nuova procedura è stata introdotta con l’obiettivo di diversificare e aumentare l’offerta di posti letto, in vista di Expo 2020 e per arrivare ad accogliere i 20 milioni di turisti previsti per questa data.

Come si procede

Sia per i proprietari che per gli affittuari, il primo passo è quello di registrarsi sul sito Web del Department of Tourism and Commerce Marketing, su questa pagina. Compilati tutti i campi richiesti, vi verrà fornito un numero identificativo. Vi verrà quindi richiesto di caricare i vostri documenti: copia del passaporto, dell'Id Card, certificato di proprietà della casa (title deed) se siete proprietari, ultime bollette della Dewa. Nel caso siate tenant, dovrete allegare, oltre alla copia del contratto d'affitto registrata all'Ejari, anche il No Objection Certificate del vostro padrone di casa, che vi autorizzi al subaffitto.

Entro due o tre giorni, sarete contatti dal Department of Tourism and Commerce Marketing che vi indirizzerà alla fase finale. Occorrerà quindi pagare le tasse richieste (intorno ai 1500 di tasse più 300 aed per ogni stanza dell'appartamento in questione). L'appartamento può essere auto-classificato come "standard" o "deluxe" e il Department of Tourism and Commerce Marketing, dopo aver fissato un appuntamento, invierà i propri funzionari a verificare che tutti i livelli di qualità e igiene degli immobili siano rispettati. Dopo l’approvazione del Dipartimento, avrete quindi la vostra licenza come Holiday Home provider autorizzato (da aggiornare ogni anno).

Per maggiori informazioni, potete contattare il numero dedicato +971 600 55 5559 oppure scrivere a eservices@dubaitourism.ae.