Rincaro benzina: per capirne di più

image21.jpg

Lo stiamo leggendo su tutti i giornali: ancora qualche giorno e, dal primo di agosto, la benzina aumenterà in tutti gli Emirati. Il Governo ha infatti deciso di togliere i sussidi sui carburanti e rendere variabile il prezzo di benzina e diesel. In realtà per ora non si tratta di una vera e propria "deregolation", come è stata definita, se con questo termine si intende un valore che segue liberamente il mercato. Sarà infatti il Fuel Price Committee, all'interno del Ministry of Energy che, ogni 28 del mese, comunicherà il prezzo del carburante per il mese successivo, calcolandolo in base alla media internazionale al litro. Prezzo che tutti i distributori del Paese dovranno rispettare. Ma capiamo meglio quale impatto avrà sulle nostre tasche: l'incremento, per questo mese, non sarà così rilevante. Un litro di benzina special (quella più usata a Dubai) passerà da 1,72 aed a 2,14, 42 centesimi di dirham in più; il prezzo del diesel è invece stato ridotto, da 2,90 aed a 2,05 aed al litro; la super costerà 2,25 aed al litro e la E Plus 2,07. Secondo l'agenzia di rating Moody, la mossa del Governo costerà, per quest'anno, 387 dollari a testa.

In molti sostengono che, se il Fuel Price Committee non interverrà diversamente, questo sarà solo l'inizio di un progressivo aumento fino ai valori di mercato della benzina e che, come in genere accade, oltre al costo diretto del carburante, si verificheranno una serie di rincari, come il prezzo dei taxi, dei trasporti pubblici e di altri prodotti. Il presidente del Fuel Price Committee ha però precisato che, se la benzina è aumentata il diesel è invece diminuito, proprio per salvaguardare i consumatori. Il diesel più basso dovrebbe infatti significare minori costi per un ampio numero di settori vitali, come l'industria e il trasporto commerciale.

Ma perché aumentare la benzina? Il Governo ha tenuto il prezzo del carburante al di sotto delle medie internazionali per decine di anni. Solo ora, in un momento in cui le politiche e gli equilibri internazionali sul petrolio stanno cambiando, e il prezzo al barile è molto basso, per gli Emirati si è reso necessario sostenere l'economia del Paese stabilendo un margine di guadagno sulla benzina. La riduzione dei prezzi globali del petrolio, dal 2014 ha infatti ridotto le entrate pubbliche di un po' tutti gli esportatori del Golfo.

Le conseguenze positive? Per molti potrebbe essere un incentivo a scegliere i trasporti pubblici, a ridurre l'uso delle automobili e a scegliere auto "fuel-efficient", con il risultato di meno traffico, meno inquinamento, una città più sostenibile e la conservazione delle risorse nazionali.

Per approfondire, qui trovate tutti i prezzi della benzina aggiornati.

Se avete dubbi o domande il Ministry of Energy ha messo a disposizione dei cittadini un numero telefonico e una mail: Telefono +971 56 5467942, fuelprice@moenr.gov.ae.