Lo studio legale LCA arriva a Dubai

lca.jpg

La domanda di consulenza legale da parte di clienti italiani ed europei con interessi commerciali nei Paesi del Golfo, insieme alla richiesta di una solida esperienza legale e fiscale di player arabi che desiderano invece promuoversi sulla scena europea e internazionale, è in continua crescita. Nasce proprio da questa doppia esigenza, la decisione dello studio legale italiano LCA di stringere una partnership strategica con IAA Law Firm e cominciare a operare anche a Dubai. Con un obiettivo primario: affiancare gli imprenditori della regione del Golfo in ogni fase di vita della propria impresa, dall’attività day-by-day alle operazioni strategiche o straordinarie. I promotori dell'iniziativa, gli avvocati Giulio Azzaretto, Giangiacomo Rocco di Torrepadula e Edoardo Calcaterra, ci spiegano nel dettaglio quali servizi offrirà LCA.

Innanzitutto una breve presentazione: quando e come nasce lo studio legale LCA?

LCA è uno studio legale indipendente, nato dal sogno di un gruppo di professionisti di riconosciuta esperienza legale internazionale e specializzato nell’assistenza legale d’impresa. Ha sede in Italia, a Milano (headquarters), Genova e Treviso (presso l’incubatore tecnologico H-Farm), e negli Emirati Arabi Uniti, a Dubai, dove opera in alleanza con IAA Law Firm. Dopo aver fondato, alla fine degli anni ’80, uno dei primi studi legali italiani a forte vocazione multidisciplinare e internazionale e aver successivamente costituito la sede italiana di una delle principali law firm al mondo (Freshfields Bruckhaus Deringer), nel 2004 alcuni professionisti decidono di dar vita a un nuovo progetto imprenditoriale, coinvolgendo altri soci con significative esperienze nell’ambito della consulenza legale d’impresa. Nasce così LCA: una struttura dinamica, multipractice e votata all’internazionalità, che ha fatto della sartorialità dei propri servizi e dell’intima complicità con i propri clienti le proprie caratteristiche principali.

In quali campi siete specializzati?

LCA conta attualmente oltre 50 avvocati ed è specializzato in tutte le principali aree del diritto commerciale, societario, bancario, finanziario e tributario, immobiliare, del lavoro e della proprietà intellettuale e, più in generale, in tutti gli ambiti del diritto d’impresa. Si rivolge principalmente al mondo imprenditoriale e finanziario, italiano ed estero. Tra i propri clienti annovera gruppi industriali, finanziari e assicurativi, investitori istituzionali, banche d’affari, ma anche piccole e medie imprese, imprenditori e business famigliari. LCA sostiene inoltre l’innovazione, la creatività e la progettualità dei giovani imprenditori attivi in ogni ambito della scienza, della tecnica e della tecnologia.

Perché la decisone di aprire una sede a Dubai?

Gli Emirati si stanno sempre più affermando tra i principali hub economici, finanziari e commerciali del mondo e, grazie ai notevoli piani di sviluppo previsti dal Governo emiratino in diversi settori, stanno diventando sempre più un polo di interesse per le imprese italiane ed europee. Solo per fare un esempio, negli Emirati sono già presenti oltre 600 aziende italiane operanti nei più disparati settori produttivi. Dubai rappresenta, inoltre, l’Emirato più aperto al mondo esterno, sia culturalmente che economicamente, e ha fatto del trading internazionale in generale il proprio reale valore economico e strategico, sfruttando la propria ricchezza, la propria posizione geografica – posta esattamente tra Occidente ed Oriente – e la propria stabilità politica. Dubai è dunque il centro nevralgico dell’economia reale del Paese, l’hub dei grandi investimenti internazionali, il centro del commercio tra Oriente e Occidente, la principale zona di sviluppo del Paese nel settore real estate: è la città che, più di ogni altra, si è fatta promotrice di un’importante strategia di diversificazione economica. Infine, questa città ospiterà Expo 2020, senza dubbio un grande catalizzatore, in grado di trascinare le economie dei paesi del Gulf Cooperation Council per i prossimi anni a venire.

Quale tipo di consulenza legale offrite alle aziende e a chi ha interessi commerciali nei Paesi del Golfo?

La consulenza offerta da LCA agli operatori economici presenti nei Paesi del Golfo, o che ambiscono a intessere relazioni o business nel Golfo, si articola su diversi fronti e in particolare nell’assistenza legale e fiscale: la costituzione e avvio di un’attività imprenditoriale, la contrattualistica, le operazioni di tipo ordinario e straordinario (M&A, grossi accordi commerciali e joint ventures), la consulenza generale di tipo stragiudiziale in qualsivoglia settore del diritto, inclusi agli arbitrati internazionali, la tutela e valorizzazione dei diritti di proprietà intellettuale e dell’innovazione tecnologica, le procedure e formalità amministrative legate alla corporate immigration inbound e outbound e molto altro. In sostanza, LCA intende affiancare gli imprenditori presenti nel Golfo in ogni fase della vita dell’impresa, dall’attività day-by-day alle operazioni più strategiche e/o straordinarie, ponendosi come partner strategico dell’imprenditore. In LCA i professionisti interpretano il rapporto con i loro clienti come una vera e propria partnership, non come un semplice rapporto di consulenza esterna. I soci e i collaboratori di LCA “vivono” con i propri clienti diventando parte integrante del loro business e cercando di perseguire insieme a loro i loro obiettivi, come se fossero i propri.

Tra le questioni che invece interessano maggiormente i privati, italiani expat e non solo, ci sono quelle legate alla residenza a Dubai e alle tasse in Italia.

La pressione internazionale sullo scambio di informazioni ha reso il tema della fiscalità internazionale sempre più attuale. Chiaramente, per i soggetti expat che hanno effettivamente trasferito il proprio centro di interessi vitali a Dubai (lavoro, famiglia, relazioni economiche etc.) il problema è solo nozionale. Esistono tuttavia moltissimi casi border-line in cui la verifica fattuale e legale degli obblighi tributari si rende oggi opportuna e molto spesso necessaria anche in Italia. Dal primo gennaio 2017 lo scambio di informazioni con l'Italia sarà attivo e i primi flussi avverranno dal 2018.

La sede dello studio è a DIFC, al quinto piano di Liberty House, nel cuore del financial district di Dubai.

Per maggiori informazioni Liberty House, Office 514, DIFC P.O.Box 506949 Dubai Telefono +971 4 3860090 email dubai@lcalex.it

Contatti: Avv. Giulio Azzaretto, Avv. Giangiacomo Rocco di Torrepadula, Avv. Edoardo Calcaterra