L'Iva, dalla parte dei cittadini

Per le aziende è cominciata la formazione, con corsi organizzati dal Governo, per capire come adeguarsi all’introduzione dell’Iva. E per i singoli cittadini, invece? Su cosa verrà applicata la nuova tassa? Quali prodotti diventeranno più costosi?

In questi giorni gli articoli di editorialisti ed esperti che prospettano scenari futuri, sono molto numerosi sui quotidiani locali. Non è ancora stato chiarito dal Governo, però, che cosa esattamente sarà soggetto a questo 5% di Iva.

Abbiamo provato a raccogliere le informazioni attualmente disponibili:

  • Un centinaio di beni e servizi di prima necessità, come il cibo e l’assistenza sanitaria, non saranno soggetti all’Iva. I prodotti, però, non sono stati ancora elencati.
  • Tutti noi utilizziamo più di 100 prodotti e servizi di prima necessità: c’è quindi da aspettarsi un rincaro del 5% su molti beni che acquistiamo quotidianamente.
  • Il settore dell’istruzione dovrebbe essere esente dall’Iva.
  • Il settore della sanità dovrebbe essere esente dall’Iva.
  • I biglietti aerei delle compagnie locali saranno probabilmente "zero VAT", quindi non dovrebbero aumentare i prezzi per viaggiare Emirates o Etihad.
  • Oggetti elettronici, abbigliamento, mobili, automobili saranno invece beni soggetti all'Iva.
  • Anche tutti i gioielli e gli oggetti in oro saranno soggetti all’Iva del 5%.
  • L’Iva verrà applicata solo ai locali ad uso commerciale (affitto e vendite), non invece agli immobili residenziali (affitto e vendite), con l'eccezione della prima vendita di immobili nuovi, appena consegnati sul mercato.
  • Il tabacco e gli alcolici non solo saranno soggetti all’Iva del 5%, ma anche ad un'accisa (che potrà ammontare anche al 50-100% del prezzo di vendita del prodotto). Rincari molto consistenti, quindi, per vino e sigarette.
Comment