Licenza per gli alcolici: cosa c’è da sapere

Tutti gli expat residenti a Dubai sanno che occorre una licenza per acquistare le bevande alcoliche. Meno risaputo, invece, che la licenza, secondo quanto previsto dalla legge, è necessaria anche per il trasporto delle bottiglie e, in teoria, per il consumo di alcol. 

Vediamo quello che c'é da sapere per non infrangere la legge.

  • Poiché gli Emirati sono un Paese musulmano nel quale si applica la Sharia law, è proibito l’acquisto ed il consumo di alcol. Il Governo ha tuttavia ristretto le limitazioni ai soli musulmani, rendendo lecito il consumo di alcolici ai non musulmani attraverso una licenza. 
  • Anche gli hotel e i ristoranti (ad eccezione dell’emirato di Sarjah dove il consumo e il possesso di alcolici è proibito ovunque) devono quindi avere il permesso per servire bevande alcoliche. 
  •  Il consumo di alcol è proibito in tutti i luoghi pubblici non autorizzati, ovvero strade, spiagge, parchi. Anche l’ubriachezza in luoghi pubblici è un’offesa e può essere punita con l’arresto.
  • Se si viene sorpresi a trasportare grandi quantità di alcolici senza licenza oppure si supera la quantità prevista dalla licenza, l’alcol e il veicolo vengono sequestrati e la persona viene punita secondo quanto previsto dalla Sharia Law.
  • La licenza può essere rilasciata solo ai residenti non musulmani.
  • I turisti possono consumare alcolici solo negli hotel e nei ristoranti provvisti di licenza.

La licenza

  • La licenza dà diritto ai residenti non musulmani di acquistare, trasportare e consumare alcolici nei ristoranti, bar, hotel autorizzati (ovvero provvisti a loro volta di licenza).
  • I locali non hanno l'obbligo di chiedere ai clienti se sono in possesso della licenza, ma secondo la legge anche per bere alcolici occorre averla.
  • Può prendere la licenza chi non è di religione musulmana, chi ha la residenza a Dubai, chi è maggiore di 21 anni e guadagna oltre 3000 aed al mese. 
  • E’ possibile richiedere la licenza online oppure recandosi personalmente nei negozi A&E (African & Eastern) o MMI (Maritime Mecantile International).

Per richiedere la licenza occorre: 

  • Compilare l’apposito modulo che deve avere il timbro e la firma del proprio datore di lavoro. Se si ha una società propria, occorre presentare la Trade Licence e il Salary Certificate.
  • Una foto tessera.
  • Copia del passaporto e del Residence Visa.
  • Copia del contratto di lavoro o del salary certificate se si lavora in una free zone.
  • Copia del contratto di affitto o del certificato di proprietà se si possiede una casa.
  • Per chi ha la visa in un altro emirato e richiede la licenza a Dubai, ci vuole un No Objection Certificate (NOC) firmate dalle autorità competenti della propria città di residenza.
  • Occorre infine pagare una tassa di 270 aed.
  • Mariti o mogli sotto la sponsorship del coniuge possono ora richiedere autonomamente la licenza, con un NOC firmato dallo sponsor. 
  • La licenza va rinnovata ogni anno, ripetendo la stessa procedura.
  • In genere la consegna della licenza avviene in un paio di settimane.

Dove si acquistano gli alcolici?

Le due società autorizzate a vendere alcolici al pubblico, a Dubai sono A&E (African & Eastern) o MMI (Maritime Mercantile International). I negozi devono mantenere un basso profilo (si trovano spesso il luoghi poco visibili, nei parcheggi dei mall) e non possono farsi pubblicità (per trovare tutte le location potete visitare i loro siti web).

Alcol e dogana

  • Chi arriva a Dubai può fare entrare nel Paese o acquistare al Duty Free un massimo di 4 litri di alcolici a persona (5 bottiglie o 48 lattine di birra). 
  • Ai musulmani, invece, non è concesso importare alcolici a Dubai.

Trasporto di alcol

  • La licenza permette di trasportare gli alcolici, ma solamente su un mezzo proprio. 
  • Il trasporto di alcol sulla metropolitana e su tutti gli altri mezzi pubblici non è consentito.
  • In teoria anche il trasposto di alcol in taxi è proibito, sia per i turisti che per i residenti provvisti di licenza.

Da ricordare

  • Per gli expat di religion musulmana bere alcol è vietato.
  • Per gli expat non musulmani è possibile consumare alcol solo se in possesso della licenza. 
  • La licenza andrebbe portata sempre con sé.
  • Esiste un limite massimo mensile per l'acquisto delle bottiglie che viene calcolato in base al proprio stipendio (è possibile richiedere informazioni al riguardo nei negozi in cui acquistate le bottiglie).
  • L’alcol deve essere acquistato solamente nell'emirato in cui è stata rilasciata la licenza. E' quindi contro la legge, per un expat residente a Dubai ad esempio, acquistare alcol a Ras al Khaimah.
  • La tolleranza è zero per chi beve (anche un solo bicchiere) e si mette alla guida. In altre parole, per guidare non si può avere alcuna traccia di alcol nel sangue. Il consiglio è sempre quello di prendere il taxi oppure di far guidare chi non ha bevuto.