Lasciate Dubai? Ecco cosa dovete ricordare

Giugno è il mese delle partenze e, per molti, significa lasciare Dubai e trasferirsi in un nuovo Paese. Organizzare il trasloco, cancellare il visto, chiudere i conti in banca, cancellare le utenze, sono solo alcune delle stressanti incombenze che vanno affrontate e pianificate per tempo (per sbrigare tutte le pratiche in banca, ad esempio, in alcuni casi ci vogliono anche un paio di mesi).

Una premessa importante: il mancato pagamento dei debiti negli Emirati è un reato penale e, se non si saldano tutte le pendenze (come assegni postdatati, cancellazione di carte di credito, pagamento delle multe) si rischia di non poter lasciare il Paese oppure di essere arrestati qualora si tornasse in futuro negli Uae.

Vediamo, quindi, che cosa non bisogna assolutamente dimenticare:

  • Lavoro: terminato il contratto di lavoro, il proprio datore deve procedere alla cancellazione del Residence Visa. Al momento della cancellazione, termina anche l’assicurazione medica e scade l’ID card. In questa fase, non è raro che sorgono controversie con il datore di lavoro, legate alla data di cessazione del contrato oppure al pagamento dello stipendio o al trattamento di fine rapporto. In caso di problemi occorre rivolgersi al Ministry of Human Resources and Emiratisation (tel. 800 66473).
  • Banca: la mancata chiusura dei conti bancari e la mancata risoluzione dei debiti pendenti possono indurre ritardi nella partenza e addirittura causare problemi in seguito, anche dopo aver lasciato il Paese. Prima di chiudere il conto bancario, occorre quindi avere saldato tutte le pendenze, come ad esempio prestiti, assegni pos datati, bollette, multe. Persino i conti aperti presso i rent-a-car possono dare problemi in futuro se non correttamente estinti. Se non ci sono passività, è possibile chiudere il conto, recandosi in banca. Per essere certi di non avere problemi, il consiglio è di tracciare a ritroso tutta il proprio storico finanziario: quali conti bancari sono stati aperti? Sono stati effettuati cambiamenti di banca? Si dispone di carte di credito in altri istituti non più utilizzate? I mutui sono stati tutti estinti? 
  • Casa: se avete una casa in affitto, verificate le clausole del vostro contratto per capire con quale preavviso dovete comunicare al landlord l’interruzione del contratto. In assenza di una comunicazione chiara e scritta con il padrone di casa, il contratto prosegue.
  • Utenze: accertatevi di chiudere tutte le vostre utenze (Dewa, televisione, internet, abbonamenti per il cellulare). Alcune delle utenze, come acqua e luce, al momento della chiusura prevedono la restituzione del deposito lasciato all’inizio.
  • Automobile: occorre pagare tutte le multe, annullare il Salik, interrompere l’assicurazione. Se si desidera vendere la propria auto dopo essere partiti, occorre semplicemente lasciare un Power of Attorney alla persona desiderata, che potrà venderla per vostro conto.
  • Conservate le copie di tutti i documenti relativi alla chiusura dei conti in banca, delle carte di credito, del contratto di affitto e delle utenze. Potrebbero esservi utili in caso di problemi.
  • Prima di partire ricordatevi anche di richiedere il Police Clearance Certificate. Potrebbe essere richiesto in altri Paesi (come ad esempio Canada oppure Inghilterra) al momento di firmare un nuovo contratto di lavoro. E’ possible richiedere il documento online, attraverso il sito web della Dubai Police. I documenti richiesti sono: ID valida, 2 foto tessera, indirizzo e-mail, copia del passaporto. La stessa pratica, effettuata dopo aver lasciato il Paese, è molto più complessa: richiede infatti la verifica delle proprie impronte digitali, da convalidare all'Ambasciata Uae del nuovo Paese di residenza.

Sullo stesso argomento: State lasciando gli Uae? Ecco cosa bisogna sapere