Il Console Favilli: "Comunità giovane e in crescita"

consolato_generale_italia_dubai.jpg

Giovane, proiettata nel futuro, in cerca di opportunità e in continua crescita. E' la Comunità italiana di Dubai che ci descrive il Console generale d'Italia, Giovanni Favilli. Insieme abbiamo parlato anche delle prospettive che si aprono per "il sistema Italia" con l'Expo 2020, della situazione in Medio Oriente, dei progetti del Consolato. Con qualche consiglio per chi si deve trasferire qui.

E' ancora in crescita la comunità italiana? Quali sono i numeri aggiornati?

La comunità italiana é in crescita da anni, in linea con l’esplosione di Dubai e con il fatto che molti italiani, in questo periodo, sono alla ricerca di nuove opportunità all’estero. Gli italiani residenti a Dubai e negli Emirati del Nord erano circa 700 nel 2000, poco più di 1000 nel 2005, ma già 2000 nel 2008, 3000 nel 2011, 4000 all’inizio del 2013 e intorno a 6000 oggi. A questi si aggiungono i quasi 1500 di Abu Dhabi e i forse 2 o 3 mila non ufficialmente registrati, ma presenti negli Emirati. I nuovi arrivi sono oltre cento al mese, mentre i turisti dall’Italia sono oltre centomila l’anno. Oggi il consolato a Dubai ha, tra le nostre rappresentanze all’estero, la seconda comunità più numerosa dopo l’Ambasciata a Tel Aviv, nella fascia di latitudine che va dal Marocco alla Cina. Il nostro carico di lavoro è molto aumentato, comunque, non solo nei servizi ai connazionali, ma anche, ad esempio, in quelli forniti agli stranieri. I visti esaminati per coloro che intendono recarsi in Italia sono passati da 4000 nel 2000, a 11.000 nel 2011 a circa 35.000 nel 2014.

Qual è la composizione demografia della comunità? Come è cambiata in questi ultimi anni?

I minorenni sono poco meno di 1700, ossia il 28% dei quasi 6000 residenti. Rispetto ad altre sedi, i connazionali qui residenti sono mediamente più giovani e più proiettati verso il futuro. Questo contribuisce anche a spiegare un dato forse sorprendente: dal mio arrivo, due anni fa, a oggi ho celebrato ben cento matrimoni.

Expo 2020: quali prospettive si stanno aprendo per le imprese italiane?

L'Expo Dubai 2020 costituirà nel medio termine un'incredibile concentrazione di opportunità di affari per "il sistema Italia". Le prime stime parlano di un investimento complessivo di almeno 7 miliardi di dollari per la realizzazione del solo sito dell'Expo tra infrastrutture, strutture ricettive (20 milioni i visitatori attesi) e operazioni varie. Il giro d'affari, direttamente o indirettamente connesso all'evento, potrebbe raggiungere valori molto più alti. Lo sviluppo delle infrastrutture costituirà la parte più rilevante. Il progetto di espansione e sopra elevazione della Sheikh Zayed Road, i piani di espansione delle due linee di metropolitana di Dubai, lo sviluppo della rete ferroviaria del GCC (Gulf Cooperation Council), il completamento dell'aeroporto Al Maktoum International (che potrebbe presto diventare il principale scalo al mondo per numero di passeggeri) rappresentano le opportunità da seguire con maggiore attenzione.

Quali altri settori interesserà l'Expo?

Monitoriamo con attenzione anche il settore alberghiero, che ha grandi piani di sviluppo per accogliere il flusso addizionale di visitatori per i mesi dell'Expo e per i piani di sviluppo del turismo. Merita, infine, un accenno il settore delle energie rinnovabili. Expo 2020 costituirà l'occasione per gli Emirati di affermarsi, a livello mondiale, come primo paese produttore di petrolio in prima linea in materia di sostenibilità ambientale. Sono, evidentemente, solo alcuni esempi che confermano il dinamismo visionario di Dubai, città che vede nell'Expo 2020 l'opportunità di assicurare, come disse lo Sceicco Mohammed Bin Rashid all'allora Presidente del Consiglio Letta, "sostenibilità ed eternità alla sua crescita". Più concretamente, si tratta di un evento in grado, se strategicamente sfruttato, di apportare benefici enormi al "sistema Italia". Un primo importante passo è stato compiuto con la firma dell’accordo tra Expo Milano ed Expo Dubai, che ci pone in ottima posizione nella gara, a livello globale, per aggiudicarsi i lucrosi contratti connessi all'evento del 2020. L'Ambasciata, il Consolato generale in Dubai, l'Ufficio Ice e le altre strutture italiane negli Emirati, seguono con attenzione gli sviluppi, riversando ogni informazione utile, in particolare sulle gare e i contratti, sulle piattaforme informatiche dedicate alle imprese (Infomercatiesteri ed Extender).

Considerando la situazione attuale in Medio Oriente, gli Emirati e Dubai sono ancora zone sicure?

La regione presenta dei generici rischi collegati alla sua posizione centrale nel Golfo, alle vicende irachene e al sentimento anti Occidentale presente in questa parte del mondo. Raccomandiamo generalmente di essere vigilanti in tutti i posti pubblici in cui sono presenti molti espatriati occidentali. Detto questo, gli Emirati Arabi Uniti sono stabili, ben governati e non presentano nella propria società condizioni che favoriscono gli estremismi, come ad esempio la presenza di un ampio dissenso o di sacche di povertà. Inoltre le misure di sicurezza e l’attentissimo controllo del territorio e delle frontiere rendono il Paese un’oasi di tranquillità rispetto a quello che avviene nei Paesi vicini.

Che consigli darebbe a chi si deve trasferire qui?

Prima di affrontare un evento importante della vita, come in un esame, è importante fare i compiti a casa, prepararsi e studiare. Sapere in anticipo, prima di muoversi, che cosa ci aspetta, in termini di regole, valori, clima e Comunità italiana, è il modo migliore per facilitare l’inserimento. Vedo Dubaitaly come un ottimo strumento e una piattaforma ideale per diffondere queste informazioni e vi incoraggio a proseguire l’ottimo lavoro già fatto. E’ vero che in rete si trovano molte informazioni, ma mancava, fino ad ora, uno strumento con un taglio e una focalizzazione sugli italiani. E’ poi essenziale arrivare con una mente aperta e rispettosa degli altri, viaggiare leggeri e mettere i propri timori alle spalle. Gli Emirati non sono l’Eldorado, ma sono certamente un posto che offre interessanti opportunità a chi le sa cogliere.