Dubai Future Accelerators: un'opportunità per le aziende innovative


Concluso il primo ciclo del programma è già tempo di guardare al secondo, il cui inizio è previsto per il 12 febbraio 2017.

"Dubai Future Accelerators" è un programma supportato dal Government of Dubai e da Dubai Future Fondation, e ha l’obiettivo di unire le migliori aziende tecnologiche a livello mondiale e importanti enti privati e governativi, per rispondere alle sfide del futuro attraverso lo sviluppo di tecnologie e servizi altamente innovativi.

Focus del programma, infatti, è l’identificazione e lo sviluppo di prototipi e prodotti futuristici in grado di migliorare i diversi aspetti della vita quotidiana. Il primo ciclo si è concluso a dicembre: delle 30 aziende impegnate nella ricerca di soluzioni innovative alle 7 sfide lanciate dal programma, oltre il 60% ha siglato accordi commerciali con gli enti governativi. Tra queste il progetto italiano MVMANT, una piattaforma di mobilità urbana on-demand sviluppata anche grazie al supporto degli executives della Roads and Transport Authority di Dubai.

Il secondo ciclo, che inizierà il 12 febbraio, prevede 11 sfide e il coinvolgimento di 11 enti governativi e private, inclusi Roads and Transport Authority (RTA), Dubai Police, Dubai Municipality, Dubai Health Authority, Knowledge and Human Development Authority, Dubai Electricity and Water Authority (Dewa), Department of Economic Development (DED), General Directorate of Residency and Foreigners Affairs (GDRFA), Etisalat, Dubai Holding, ed Emirates Integrated Telecommunications Company (du).

Come funziona il programma?

Le aziende che hanno un’idea o un prototipo innovativo possono presentare la propria candidatura al secondo ciclo entro l’11 gennaio 2017.

Il programma, della durata di 9 settimane, inizierà il 12 febbraio e si concluderà il 13 aprile 2017.

Dopo aver individuato la sfida per la quale ci si vuole proporre, l’azienda può presentare la candidatura fornendo una descrizione del proprio prodotto o della tecnologia, e dettagli su come si intende affrontare la sfida selezionata. La fase di valutazione terminerà il 22 gennaio 2017, con l’annuncio delle aziende selezionate.

Il Dubai Future Accelerators metterà a disposizione delle aziende uno spazio di lavoro in co-working all’interno delle Emirates Towers e coprirà per tutti i partecipanti (minimo 2 per ogni azienda) i costi per il volo da e per il paese di provenienza, l’alloggio e la richiesta di visto. Sono a carico delle aziende, invece, i costi di vitto, assicurazione sanitaria e ulteriori costi di trasporto.

Durante l’intera durata del programma, le aziende potranno avvalersi di expertise, dati e informazioni messi a disposizione dagli enti, al fine di sviluppare le proposte dei progetti pilota. Le aziende e gli enti, quindi, lavoreranno a stretto contatto per lo sviluppo delle proposte che in seguito saranno valutate dagli enti stessi e saranno oggetto di miglioramenti e/o modifiche. Entro la fine della settima settimana, gli enti dovranno decidere se procedere o no con la firma del MoU o di altra tipologia di accordo.

Tutte le aziende interessate possono presentare la propria candidatura qui.