Design Week: installazioni in giro per la città

Come ogni anno a Dubai, ottobre è il mese del design. Tra seminari, tavole rotonde, laboratori didattici e la fiera vera e propria (Downtown Design, in programma dal 25 al 28 ottobre), trova posto quest’anno anche uno spazio più accessibile al grande pubblico. Di che cosa si tratta? Di una serie di installazioni sparse per la città, firmate da nomi del design internazionale ed emiratino.

Dubai diventa quindi una grande mostra a cielo aperto, in un percorso tra il nuovissimo Design Distric e Downtown Dubai, i quartieri più moderni della città. Proprio nelle strade del Design District, incontrerete il lavoro di Zeinab Al Hashemi, artista emiratina e designer specializzata in installazioni urbane, che qui a Dubai reinterpreta i simboli e la tradizione locali. Con "Hexalite", l’artista combina cristalli Swarovski e acciaio a specchio in 33 strutture esagonali (il numero 33, nella numerologia significa armonia del mondo), per creare una serie infinita di vedute caleidoscopiche. Sempre al Dubai District, gli studi di design Maja Kozel, Teun Verbeek e Juliette Wermenbol propongono "#EMO_DCI", installazione che coinvolge tre sensi: udito, olfatto e vista. "Left Impression", invece, firmata dagli emiratini Latifa Saeed e Talin Hazbar,  utilizza la terracotta per reinterpretare i Majlis, i cortili dove un tempo si riunivano le famiglie emiratine e che rappresentava uno dei principali luoghi della vita sociale locale. L’idea di questa installazione è una rivisitazione del concetto di Majlis, come spazio di incontro per la comunità del design (Building 4, Retail Unit 02, Dubai Design District).

All’interno del Dubai Mall, alle Galeries Lafayette, fino al 6 di novembre i designer Amer Aldour, Anjali Srinivasan, Emanuela Corti e Ivan Parati (Caravan) e Bahar Al Bahar presentano il loro "Through the lens": uno spazio dedicato al design, una sorta di finestra sulla Dubai Design Week, all'interno del Mall, che cambierà di giorno in giorno.

Si ispira a un gioco per bambini il lavoro di Think Tank Co., studio con sede a Jeddah: "Takki w hakki" è un’installazione interattiva che unisce il movimento alla musica, con una serie di dondoli che richiamano anche l'oscillare dei cammelli. L'opera vuole essere un percorso sensoriale che accompagna il pubblico nello spazio e nel tempo (Rove Hotel, Downtown Dubai).

E se dopo il tramonto vi trovate in zona Burj Khalifa, non potrete fare a meno di notare due spettacolari lavori. "Mapping the Burj", firmata dal canadese Studio Mr. White, una proiezione animata sull’edificio più alto del mondo, e "Ascension" dei giapponesi Ysuke Murakami + Tangent, animazione ispirata a un viaggio dal centro della terra all’universo, attraverso tutti gli elementi naturali: fuoco, acqua, terra, aria.

Qui trovate il programma completo della Dubai Design Week.