Come legalizzare i documenti: piccola guida

legalizzazione.jpg

The Language Professionals, agenzia di servizi linguistici composta da professionisti italiani con sede a Dubai, ci fa un breve riepilogo della procedura necessaria per la legalizzazione dei documenti emessi in Italia e destinati ad istituzioni di Dubai o di altre città degli Emirati Arabi.

Quando è richiesta la traduzione legalizzata in inglese o in arabo di documenti in lingua italiana emessi in Italia per uso negli Emirati Arabi sono necessari i seguenti passaggi:

1 – Traduzione giurata Dopo che il documento è stato tradotto da un traduttore professionista, deve essere "giurato" in un tribunale italiano. I costi fissi delle marche da bollo dipendono dal numero di pagine. Ogni tribunale italiano ha diverse regole da rispettare (in relazione a combinazioni linguistiche, orari di ufficio, ecc.).

2 – Legalizzazione in Prefettura/Procura La traduzione "giurata" in Tribunale deve essere successivamente legalizzata e timbrata presso la Prefettura/Procura competente. Questo passaggio non implica alcuna marca da bollo, ma richiede fino a 5 giorni lavorativi. Solo dopo questo passaggio la traduzione può essere presentata in Ambasciata o Consolato degli Emirati Arabi.

3 – Legalizzazione al Consolato degli Emirati Arabi in Italia Il consolato degli Emirati Arabi attesterà automaticamente i documenti tradotti e legalizzati dalla Prefettura o Procura. Le marche da bollo vanno dai 40 euro agli 800 euro a seconda del tipo di documento. Sul sito dell'Ambasciata degli Emirati Arabi potete trovare un elenco dettagliato dei costi. Questo passaggio richiede circa 24-48 ore.

4 – Attestazione presso il Ministry of Foreign Affairs negli Emirati Arabi I documenti legalizzati al Consolato degli Emirati Arabi in Italia saranno infine inviati negli Emirati Arabi Uniti per ricevere l’attestazione presso il Ministry of Foreign Affairs.

Per alcuni certificati di Stato Civile (ad esempio i certificato di nascita, di matrimonio, ecc.) è possibile evitare la procedura di legalizzazione in Italia al Consolato degli Emirati Arabi: è infatti sufficiente recarsi presso il Consolato Generale d’Italia a Dubai che legalizzerà il certificato originale e la sua traduzione. Quindi basterà recarsi al Ministry of Foreign Affairs per l’attestazione finale che lo renderà utilizzabile presso le istituzioni locali.

Questa procedura rapida non vale per certificati di studio o documenti commerciali e societari. Per questi ultimi, la procedure rimane quella sopra descritta.

Alcuni enti e istituzioni negli Emirati Arabi potrebbero richiedere anche la traduzione in arabo e l’attestazione del Ministero di Giustizia sul documento finale. Per questo è sempre importante sapere quale sarà la destinazione finale del documento.

Per avere maggiori informazioni e per ricevere il supporto di The Language Professional Translation Services: email info@langpros.net, tel. +971 4 313 2805.

Qui trovate invece un utile video informativo preparato da The Language Professionals.