Assicurazione sanitaria: proroga per stipularla

Avete stipulato l’assicurazione sanitaria per i vostri dipendenti, per la vostra maid o per i vostri familiari? La deadline per farlo era il 31 dicembre 2016, ma la Dubai Health Authority (DHA) ha annunciato che le sanzioni non scatteranno immediatamente poiché le compagnie assicurative sono sommerse di domande, e ci sarà quindi ancora un po’ di tempo per mettersi in regola. Dopodiché le multe saranno di 500 aed al mese per ogni persona non assicurata.

Il costo di un pacchetto completo varia a seconda delle esigenze, dell’età e della compagnia assicurativa scelta: si può dire che una buona assicurazione si aggira intorno ai 5000 aed l’anno. Di recente sono però stati introdotti anche pacchetti minimi, sia per individui (ad esempio per le collaboratrici domestiche e per chi ha uno stipendio mensile inferiore ai 4000 aed) che per i familiari, che coprono l’essenziale e che si aggirano intorno ai 600-700 aed a persona. Nove compagnie (Axa, Ras Al Khaimah National Insurance Company, National Health Insurance Company - Daman, Oman Insurance Company, Orient Insurance, MetLife Alico, Takaful Emarat, Dar Al Takaful, National General Insurance Company) hanno infatti messo a punto l’Essential Benefit Plan che garantisce una copertura base su Dubai e l’emergenza in tutti gli Uae (per un massimo 150.000 aed l’anno). Sottoscrivere una di queste assicurazione è molto semplice e può essere fatto telefonicamente o via mail.

D’ora in avanti, dunque, al momento della richiesta del Residence Visa o del suo rinnovo occorrerà dimostrare di essere coperti da una assicurazione sanitaria. Tra i documenti necessari da presentare al General Directorate of Residency and Foreigners Affairs (GDRFA) verrà quindi richiesta anche una copia della propria assicurazione sanitaria. 

Rimane ancora aperto il capitolo dell'assicurazione legata ai Visit Visa, ovvero ai soggiorni di breve durata e quindi anche ai turisti che entrano a Dubai. La norma prevede, anche in questo caso, l'obbligo di un'assicurazione sanitaria, ma i dettagli su come funzionerà la procedura e da quando entrerà effettivamente in vigore non sono ancora stati resi noti. Per ora, solamente a chi richiede il Visit Visa direttamente al General Directorate of Residency and Foreigners Affairs (GDRFA) viene richiesta l'assicurazione sanitaria.

Altri articoli: Copertura sanitaria: cosa c'è da sapere