Assicurazione: obbligo quasi per tutti

image3.jpg

La Dubai Health Authority lo ha confermato: è entrata in vigore a tutti gli effetti la norma che rende obbligatoria l'assicurazione sanitaria a chi chiede il Resisent Visa o il suo rinnovo anche per le società da 100 dipendenti in su. Finora l'obbligo era limitato alle aziende con oltre 1000 dipendenti. Rimangono ancora esentati dall'obbligo, fino a giugno 2016, i dipendenti delle aziende con meno di 100 persone, i familiari e le collaboratrici domestiche. Che cosa bisogna fare dunque? Al momento della richiesta del visto occorre dimostrare di essere coperti da una assicurazione sanitaria. Tra i documenti necessari da presentare al General Directorate of Residency and Foreigners Affairs (GDRFA) viene infatti ora richiesto anche il cosiddetto "Medical Certificate", documento che deve essere rilasciato dall'assicurazione scelta. Tutte le compagnie assicurative sono tenute a rilasciare questo certificato gratuitamente.

Il datore di lavoro è responsabile affinché tutti dipendenti abbiano l'assicurazione e, qualora non provvedesse alla copertura, l'azienda potrebbe essere sanzionata.

Rimane ancora aperto il capitolo dell'assicurazione legata ai Visit Visa, ovvero ai soggiorni di breve durata e quindi anche ai turisti che entrano a Dubai. La norma prevede, anche in questo caso, l'obbligo di un'assicurazione sanitaria. I dettagli su come funzionerà la procedura e da quando entrerà effettivamente in vigore non sono però ancora stati resi noti. Per ora, solamente a chi richiede il Visit Visa direttamente alla GDRFA viene richiesta l'assicurazione sanitaria.

Secondo la Dubai Health Authority, al momento i cittadini coperti da assicurazione sono circa 2.7 milioni e ci si aspetta che, con questa seconda fase dell'estensione dell'obbligo, 3.000 aziende provvedano alla copertura sanitaria di altre 600.000 persone.