Art Dubai 2017: cosa vedere

* nella foto, Myrna Ayad, Fair Director Art Dubai; Pablo del Val, International Director Art Dubai; Federic Sicre, Managing Director The Abraaj Group; Omar Berrada, Guest Curator The Abraaj Group Art Prize; Shumon Basar, Commissioner Global Art Forum

E' stata presentata stamattina l'undicesima edizione di Art Dubai, sotto la nuova guida di Myrna Ayad e Pablo del Val, rispettivamente direttrice e direttore internazionale della Fiera.

Quest'anno la manifestazione si allarga a nuove gallerie emergenti (soprattutto dall'America Latina) e a nuovi Paesi (Algeria, Perù e Uruguay), ospitando in tutto 94 gallerie d'arte provenienti da 43 diverse nazioni, con 27 gallerie per la prima volta presenti qui a Dubai.

La novità principale è sicuramente che i visitatori potranno conoscere più da vicino i singoli artisti, come ha spiegato Pablo del Val. Le opere presentate dalle diverse gallerie, infatti, saranno ben suddivise, in due diversi padiglioni, in mostre personali o di massimo due artisti, per permettere una maggiore focalizzazione su un determinato artista, e in collettive, che permettono invece di offrire una panoramica di diverse opere nello stesso spazio. 

Come sempre, il programma di Art Dubai è ricchissimo e prevede eventi e installazioni in tutta la città.

Oltre alla fiera vera e propria, che si tiene come sempre a Madinat Jumeirah, vi segnaliamo qualche appuntamento collaterale da non perdere:

  • "The Room: cooking liberty", esperienza visiva e gastronomica firmata dal collettivo libanese Atfal Ahdath e ispirata al ricettario surrealista "Les Diners de Gala" di Salvador Dali (nella sala The Room di Madinat Jumeirah).
  • "Homage without an homage", l'omaggio all'artista emiratino Hassan Sharif, morto lo scorso settembre. Si tratta di una serie di opere e documentazioni raccolte dagli artisti che si sono ispirati o che hanno avuto Sharif come maestro. Una bella occasione per conoscere la cultura emiratina da un altro punto di vista.
  • Meraas', progetto che ha portato tra i più grandi street artist del mondo a trasformare in opere d'arte i muri di City Walk. Vi consigliamo una passeggiata in questa zona di Dubai nelle ore serali.
  • Il programma per piccoli artisti, Sheika Manal Little Artist Program, che comprende non solo le visite guidate della fiera "a misura di bimbo", ma anche i laboratori tenuti dall'artista Suzan Drummen. Bambini e ragazzi saranno impegnati nella creazione di una grande installazione all'interno della fiera.