Arriva l'autunno, tempo di sport

sport_dubai.jpg

C'erano una volta le corse dei cammelli, dei cavalli e dei falchi...ma questa è solo una vecchia storia datata molti anni fa. Oggi Dubai, patria del lusso, dell'intercultura e del business, è ormai anche tempio dello sport, a tutti i livelli e per tutti i gusti. L'attività fisica infatti, oltre ad essere promossa istituzionalmente dal 2005 dal Dubai Sport Council, è un vero e proprio "trend" al quale nessuno sembra voler rinunciare. La varietà delle attività sportive, tra le quali principianti e professionisti possono scegliere, sono innumerevoli e gli eventi sportivi in tutti gli Uae sono all'ordine del giorno.

Giocare a calcio, basket o beach volley avrebbe accontentato solo una piccola percentuale della popolazione. Ed ecco dunque che proliferano quotidianamente palestre, corsi di yoga, pilates, climbing, sci, snowboard, cricket, arti marziali, pattinaggio sul ghiaccio. Un "melting pot" di attività ricreative, specchio di questa società dalle mille sfumature.

Dalla nursery al college, la scuola promuove a sua volta l'importanza dell'attività fisica, abbinata ad una sana alimentazione, mettendo spesso in crisi genitori, maid e autisti intenti a preparare "lunch box super healthy" o ad accompagnare i figli districandosi tra una partita di calcetto, una lezione di danza classica e il corso di nuoto.

Dubai sembra non fermarsi mai, e con lei i suoi business man e business woman. La vita frenetica dell'ufficio, quelle che qui chiamano "flexible working hours", e l'abitudine "dell'oggi pranziamo fuori", necessitano e gridano il diritto e il dovere di ritagliare nella vita di ognuno uno spazio per qualche esercizio e una bella sudata.

Passeggiando alle diverse ore del giorno e della notte, sia nelle zone più "in" che in quelle più "out" si possono incontrare le seguenti categorie di sportivi:

I super-fit: coloro che praticano un'attività sportiva (o più di una) come vere macchine da guerra, tonici e belli come fossero ritoccati da photoshop. Li trovi ovunque, a qualsiasi ora e temperatura, ad allenarsi indomabili sulla passeggiata di Marina, Jbr o Jumeira.

Le casalinghe "sport in compagnia": mamme e mogli che, tra un drop-off e un pick-up, riescono a dedicare un'oretta al jogging-pettegolezzo o ad una lezione capace di mantenere tonici i punti critici e la vita sociale.

Gli sportivi del w-end: donne, uomini, senza limite di età, etnia, religione, amici, colleghi o perfetti sconosciuti che stanchi del solito poltrire a bordo piscina o del brunch del sabato, decidono di organizzare tornei di golf, super sfide di dodgeball sui tappeti elastici o, magari, provare il brivido di un salto nel vuoto con lo skydiving o l'immersione nei fondali marini.

Non c'è dunque che l'imbarazzo della scelta e non vi sono restrizioni al divertimento e ad un po' di sana attività fisica. E coloro che non possono permettersi la Gold membership al fitness center più in voga in città, non devono certo disperarsi: quasi ogni palazzo residenziale è dotato di una palestra, una piscina, un campetto da tennis e i vari spazi pubblici dislocati in città sono il luogo ideale per una camminata serale o qualche esercizio di stretching scaccia stress.

Passata (forse!) l'estate, non rimane che mettere tra i buoni propositi per l'autunno/inverno 2015-2016 un po' di sport. Magari aiutati dallo stesso post-it che ho sul mio frigo: "la prova costume, da queste parti, non ci risparmia nemmeno a dicembre".