Connect with us

Al via l’Amnesty Visa Programme per mettersi in regola con il visto

Al via l'Amnesty Visa Programme per mettersi in regola con il visto

City Guide

Al via l’Amnesty Visa Programme per mettersi in regola con il visto

E’ partito da qualche giorno il periodo, di tre mesi, durante il quale il Governo emiratino concederà l’amnistia a chi non è in regole con il Residence Visa. Con lo slogan “Protect yourself by changing your status”, le possibilità, a seconda dei casi, sono fondamentalmente due: fare richiesta di un nuovo visto oppure lasciare il Paese senza dover pagare la multa per l’overstay.

Il Governo ha fatto sapere che in questi primi giorni le code davanti agli sportelli dell’Immigration sono lunghissime: le collaboratrici domestiche e i lavoratori edili, con visti scaduti da poche settimane fino a dieci anni, sono le persone che in maggior numero si recano agli uffici. Tutte le Ambasciate sono sommerse, invece, da cittadini che chiedono informazioni su come funziona l’Amnesty Visa; solo al consolato delle Filippine – secondo quanto ha fatto sapere il Governo – le richieste sono mille al giorno.

Vediamo più nei dettagli a chi può essere utile l’amnistia:

  • Chi non è in regola con il proprio visto può decidere di lasciare il Paese oppure ottenere un’estensione del visto scaduto di 6 mesi per cercare lavoro. In entrambi i casi verranno condonate le multe per overstay.
  • Chi decide di lasciare il Paese deve presentare il passaporto originale o l’EC (Emergency Certificate rilasciato dai Consolati o dalle Ambasciate) e il biglietto aereo. Occorre pagare una tassa di uscita di 220 aed e si hanno 10 giorni di tempo dal rilascio del pass per lasciare gli Emirati.
  • I cittadini che si trovano negli Emirati, e i cui Visa siano scaduti, provenienti dai Paesi in guerra come Siria, Yemen, Libia, possono avere un Residence Visa di un anno senza restrizioni. Lo stesso è valido per i cittadini Palestinesi che non possono fare ritorno a casa. Oltre al rilascio del visto, verranno esentati dalle multe per overstay.
  • Per le donne vedove oppure divorziate e per i loro figli, verrà garantito un visto speciale di un anno, senza la necessità di uno sponsor – a partire dalla data della morte del coniuge o del divorzio – e saranno condonate le multe per overstay.
  • L’amnistia, hanno sottolineato le autorità emirati, non è valida per chi ha precedenti penali o casi legali aperti.
  • I residenti che hanno smarrito i loro passaporti devono ottenere un documento di viaggio dal consolato prima di presentare le loro domande di soggiorno.
  • Coloro che sono entrati illegalmente nel Paese potranno usufruire dell’amnistia ma dovranno uscire dagli Emirati con un ban di 2 anni sul passaporto.

Per mettersi in regola c’è tempo fino al 31 ottobre 2018 ed occorre recarsi in uno dei 9 centri aperti all’interno del General Directorates of Residency and Foreign Affairs, aperti dalle 8 alle 20, in tutti gli emirati.

The Dubaitaly Press Team

Click to comment

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

More in City Guide

Authors

Trends

Calendar

August 2018
S M T W T F S
« Jul   Sep »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  

Tags

To Top