Connect with us

Cristiano Bravi (Ravioli&Co): “la cucina è arte”

Breve presentazione di te stessa (dal lavoro alle tue passioni). Mi chiamo Liliana e sono un’insegnante di yoga dalla positività contagiosa. Sono entusiasta e curiosa. Amo la vita è non temo i cambiamenti, anzi ritengo siano un ingrediente fondamentale per vivere questa esistenza come una grande avventura. Nel tempo libero mi piace leggere libri, andare al cinema, teatro, scuba diving , viaggiare e ascoltare musica. Come mai sei arrivata a Dubai? Sono arrivata a Dubai nel 2014 subito dopo il Teacher training, invitata dal proprietario di uno studio al settimo mese di gravidanza. Adoro insegnare Bikram hot yoga e privatamente insegno Hatha e Ashtanga a Europei, local ladies, Indiani, Pakistani. La maggior parte delle volte sono onorata del fatto che i genitori vogliamo coinvolgere anche i loro figli. Che cosa ti piace della vita qui? Rido molto durante le mie giornate di insegnamento, anche se delle volte sono faticose e iniziano alle 5.30 del mattino sono felice perché riesco a ritagliarmi del tempo libero per me stessa e per la mia pratica personale. Ogni giorno bisogna dedicare del tempo a se stessi! Io lo faccio attraverso lo yoga, ho iniziato una challenge di pratica senza pause da quasi 6 mesi come prassi quotidiana. Quale è il paesaggio, il quartiere, la zona di Dubai che preferisci? La parte che amo di più di Dubai e’ Barsha perché e’ tranquilla ed e’ vicina a Secret beach e agli studi dove insegno e pratico. Quando mi manca la natura vado nel deserto adoro il tramonto e le tradizioni dei beduini. Quale il sapore, il piatto, l’ingrediente che ti manca di più dell’Italia? Il piatto che mi manca di più “culurgiones di patate e menta “ che la mia mamma prepara con tanto amore. Ho appena ordinato un’impastatrice per farli a casa. Quale invece un profumo o un sapore nuovo che hai trovato qui? Un profumo che ha conquistato letteralmente il mio cuore e’ l’arabic chewing gum da bruciare per gli ambienti. Qui adoro anche la cucina libanese. Vorresti tornare in Italia? Certamente mi manca l’Italia e il suo variegato territorio e, specialmente, mi manca la mia famiglia che vive in Sardegna. Delle volte penso di tornare, ma ritengo che Dubai sia un città di grandi opportunità per questo sono grata.

Food

Cristiano Bravi (Ravioli&Co): “la cucina è arte”

Creatività, innovazione, collaborazione. Sono senza dubbio questi gli ingredienti vincenti di Ravioli&Co e del suo General Manager, Cristiano Bravi. Originario della provincia di Ancona, 44 anni, a una solida esperienza nel settore Food and Beverage, maturata in giro per il mondo (Hong Kong, Cina, Indonesia, Brasile, Europa), aggiunge la passione per la letteratura, la poesia, l’arte. E forse è proprio questo, la sensibilità artistica, il segreto della sua strategia di business e del successo che questo piccolo ristorante, tra i grattacieli di DIFC, ha riscosso in pochi mesi dalla sua apertura, sia tra gli italiani che tra gli stranieri. Perché anche la cucina, in fondo, è una forma d’arte, che mette insieme, sottolinea Bravi, “sapori, forme e comunicazione tra culture differenti”.

Cristiano, come nasce Ravioli&Co?

Un po’ come Colombo che era partito con un’altra missione, Ravioli nasce dall’idea di creare un pastificio. Poi il progetto diverte su un altro concept, appunto quello del ristorante. Ma con una accezione di trattoria rustica, dal sapore di casa.

Quale il concept del ristorante, quindi?

La nostra mission è quella di trasmettere tutto il calore della trattoria italiana. La fondatrice principale di Ravioli, la signora Greta Canavese, mia continua fonte di ispirazione e non solo proprietaria del locale, ha ideato questo concetto. Ravioli vuole essere appunto un modo di fare cucina italiana molto tradizionale, autentico, basato un po’ sul concetto dell’agriturismo, quindi sulla freschezza degli ingredienti prima di tutto. Oggi a Dubai va molto di moda la parola “organic”, a noi piace dire “seasonal”, “natural”.

Quali sono le particolarità di Ravioli, che lo differenziano dagli altri ristoranti?

Penso che alla base del successo di Ravioli ci siano le persone che ci vengono a trovare e che, per la prima volta da quando lavoro qui a Dubai, sono una clientela affezionata. Sono tutti amici, perché le persone che arrivano da Ravioli diventano amici sul serio: sconosciuti che si incontrano qui, che ci incontrano, e che poi diventano persone di casa. La seconda particolarità, strettamente legata a questa, sono i diversi eventi che organizziamo: ogni sera proponiamo qualcosa di diverso.

Ci parli meglio delle serate

Le serate sono il successo di Ravioli. Abbiamo iniziato prima con quella “Cheese and wine”, ogni mercoledì: degustazione di formaggi, un piatto regionale tipico (sempre diverso, dalla polenta ai pizzoccheri, al caciucco, alle trofie) con unlimited wine a 150 aed. Poi è nata la domenica italiana, appunto un momento di incontro con la musica dal vivo in italiano e la collaborazione con il musicista Stefano Provasio: si tratta di un aperitivo, alla milanese, con la formula “cibo illimitato” e un bicchiere di vino o di birra, a 89 aed. Il martedì abbiamo invece “Ciao Bella”, una ladies night con una selezione dal menù al 50% per le donne e unlimited wine e cocktails. Stiamo lanciando infine una serata dedicata al tango, che unisce il cibo a questa danza con profonde radici italiane, con la collaborazione speciale dell’unico maestro di tango argentino presente a Dubai, Enrique De Fazio, nato a Buenos Aires, ma di origini italiane.

Cosa propone invece il vostro menù?

Il nostro menu è basato principalmente sulla pasta, fatta esclusivamente a mano: ogni raviolo, agnolotto, cappellaccio o tortellino è creato uno ad uno, grazie all’abilità tutta femminile della nostra sfoglina Daniela. Finora abbiamo quindi promosso una serie di carboidrati sia a pranzo che a cena – abbiamo anche un fortissimo business lunch menù -, mentre adesso stiamo lavorando per bilanciare l’offerta con l’inserimento di proteine: quindi carni alla griglia, fiorentina, arrosticino abruzzese. Per la parte dolci domina sicuramente il tiramisù, fatto con una piccola ricetta segreta e speciale, oltre alle torte e ai bignè.

Quali i “must to try”?

Tra gli antipasti i funghi gratinati al forno e la battuta di Fassone. Tra i primi senza dubbio le lasagne, veramente molto speciali, fatte anche queste con un ragù di Fassone. E poi tutta la pasta fresca.

I progetti per il futuro, se può anticiparli?

Abbiamo lavori in corso per il brunch del venerdì, che si chiamerà “nonna’s lunch”, il pranzo della nonna, dalle 13 alle 16. Non useremo volutamente la parola brunch, cerchiamo sempre di non usare le parole convenzionali. L’ispirazione per il “nonna’s lunch” è la suocera: quando vai a pranzo da lei non puoi dire di no. Mangi tanto, mangi bene, mangi italiano, mangi rustico appunto, e con amore. Poi avremo il “sabato contadino”, un contro brunch o meglio un lazy brunch, con un menù strepitoso grazie alla collaborazione con Spirito Contadino: gnocchetti alle erbe, frittatine con verdure e tanto altro, “from the farm to the table”. Abbiamo poi in mente dei gemellaggi con l’Italia, dei quali per ora non posso svelare di più.

Un suo invito rivolto ai lettori

Venite a trovarci, vi sentirete a casa.

Se volete provare la cucina e l’atmosfera di Ravioli&Co, su Dubaitalyfood.com è disponibile lo sconto “buy 1 get 1” su tutto il menù.

Ravioli&Co
Every day 12pm – 11:30pm (last order)
Tel. +971 4 2411616
Unit P5-02 , Level P5, Burj Daman, Dubai International Financial Centre
Facebook 
Instagram 

Elisabetta Norzi arriva a Dubai nel 2008. Nata e cresciuta a Torino, dopo una laurea in Lettere Moderne si trasferisce a Bologna per un master di specializzazione in giornalismo. Qui conosce la realtà dell'associazionismo emiliano e decide di occuparsi di tematiche sociali. Entra nella redazione dell'agenzia di stampa Redattore Sociale, collabora per il Segretariato Sociale della Rai e per il gruppo Espresso-Repubblica. Giramondo per passione, comincia a scrivere reportage come freelance con un servizio sulla Birmania durante la “rivoluzione zafferano”, ripreso dalle principali testate e televisioni italiane. Dopo diversi anni come corrispondente da Dubai (Peacereporter, Linkiesta), fonda Dubaitaly.

Click to comment

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

More in Food

Authors

Trends

Calendar

June 2018
S M T W T F S
« May    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

Tags

To Top