Connect with us

Spirito Contadino: dall’orto alla tavola

Spirito Contadino: dall'orto alla tavola

Food

Spirito Contadino: dall’orto alla tavola

Immaginate un orto, coltivato e curato da mani esperte, seguendo le tradizioni di un tempo, senza l’uso di nessun pesticida. Immaginate, ancora, un raccolto eseguito completamente a mano, rispettando la natura, le stagioni e i suoi ritmi. Tutto questo ha un nome, Spirito Contadino, e l’orto in questione non è un sogno, ma si trova in Puglia.

“Un’immagine che mi accompagna dall’infanzia è quella dei campi ricchi e rigogliosi di buoni frutti – sottolinea Mamma Damiana, la fondatrice dell’azienda – memoria della Puglia genuina e semplice. Ricordo le corse, in un’atmosfera intima e allegra, tra i campi dal colore biondo, tra i filari dell’orto colmi di preziosi tesori. I miei nonni erano contadini ed erano stati sposati per tutta la vita alla loro terra. Con amore e dedizione mi hanno affidato il compito di rivalutare la mia terra, le mie radici”.

Spirito Contadino nasce dunque dal recupero delle tradizioni pugliesi. Che cosa si coltiva in questo piccolo paradiso? Esclusivamente le piante e gli ortaggi autoctoni: cime di rapa, friarielli, funghi Cardocelli, carciofi, mugnoli, peperone friggitelo, melanzana e tanto altro.

I prodotti vengono poi surgelati, in modo che mantengano inalterate le loro caratteristiche organolettiche, e distribuite nel mondo.

Valeria Lizzio, co-founder e Middle East Operations Director della Prime International General Trading, si occupa della distribuzione di Spirito Contadino a Dubai e negli Emirati Arabi.

Valeria, che cosa è e come nasce Spirito Contadino?

Spirito Contadino nasce dalla voglia di riportare allo splendore, sulla tavola, il sapore della tradizione nostrana pugliese, fatta di pazienza, di sani prodotti della terra quasi dimenticati, tramandati nel tempo. Si tratta quindi di una selezione accurata e riservata delle migliori verdure del nostro orto, generosamente affidate alle mani contadine, coltivate con lo stesso amore che ci metteva la nonna, per donare il gusto antico e puro delle prelibatezze di qualità rimaste intatte nel tempo.

Come siete arrivati qui a Dubai?

Il progetto su Dubai nasce per far conoscere i gusti più tradizionali italiani a un paese di cultura internazionale, e dare la possibilità alla comunità italiana di ritrovare i propri sapori. Siamo presenti anche in Europa e Australia, con il progetto di espansione in molti altri Paesi del mondo. Crediamo fortemente che il futuro della buona tavola sia il recupero delle tradizioni contadine pugliesi di una volta. Per questo ci impegniamo a seguire i campi dalla semina alla raccolta, dalla mondatura alla preparazione dei prodotti sani e di qualità.

Quali sono le particolarità e le caratteristiche dei vostri prodotti?

I nostri prodotti sono seminati e raccolti a mano, coltivati in assenza di pesticidi, accuratamente selezionati e, con un innovativo metodo, surgelati mantenendo l’85% delle proprietà organolettiche inalterate. Questo fa sì che il loro gusto e il colore sia forte e deciso come un tempo. La selezione dei nostri prodotti nasce da uno studio delle coltivazioni antiche del territorio pugliese per riscoprire i sapori e i benefici delle verdure che la nostra terra ci offre. Il seme da noi selezionato è prodotto nei nostri campi, viene utilizzato per una nuova semina, per garantire e mantenere alti livelli di qualità. Rispettiamo pazientemente i ritmi e la stagionalità che la natura ci impone, senza forzature, arricchiamo la nostra terra con concime organico e sfruttiamo al meglio il suo ciclo vitale per avere una coltivazione naturale.

Quali prodotti proponete qui a Dubai?

Abbiamo iniziato con cime di rapa, friarielli, funghi Cardocelli, spicchi di carciofini, mugnoli, peperone friggitelo, melanzana mignon, fiori di zucca in crosta e salvia in crosta. E in arrivo ci sono moltissime altre novità, che per or non vogliamo anticipare.

I vostri progetti per il futuro?

Uno dei progetti al quale ci stiamo maggiormente dedicando, è quello di portare, direttamente nelle case, sulla vostra tavola, i nostri prodotti lavorati e cucinati accuratamente dalle abili mani dei migliori chef di Dubai.

Un suo consiglio su come cucinare i prodotti di Spirito Contadino?

La particolarità che caratterizza tutti i nostri prodotti è la semplicità di poterli prendere dal freezer e metterli in padella, senza doverli scongelare. L’intensità del gusto invita alla creazione anche dei piatti più semplici, come una sempre buonissima orecchietta con le cime di rapa ad esempio, oppure un risotto con i cuori di carciofini. Per tutti gli appassionati di piatti più elaborati e ricette stellate, consiglio la visione dei nostri video su Youtube al canale “Chef Spirito Contadino”.

Se volete provare i prodotti di Spirito Contadino, con Dubaitalyfood.com è disponibile uno sconto del 20%

Elisabetta Norzi arriva a Dubai nel 2008. Nata e cresciuta a Torino, dopo una laurea in Lettere Moderne si trasferisce a Bologna per un master di specializzazione in giornalismo. Qui conosce la realtà dell'associazionismo emiliano e decide di occuparsi di tematiche sociali. Entra nella redazione dell'agenzia di stampa Redattore Sociale, collabora per il Segretariato Sociale della Rai e per il gruppo Espresso-Repubblica. Giramondo per passione, comincia a scrivere reportage come freelance con un servizio sulla Birmania durante la “rivoluzione zafferano”, ripreso dalle principali testate e televisioni italiane. Dopo diversi anni come corrispondente da Dubai (Peacereporter, Linkiesta), fonda Dubaitaly.

Click to comment

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

More in Food

Authors

Trends

Calendar

May 2018
S M T W T F S
« Apr    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

Tags

To Top