Connect with us

Guida al Ramadan 2018

City Guide

Guida al Ramadan 2018

Se confermato dall’avvistamento della luna nuova, il Ramadan quest’anno inizierà il 16 di maggio. In questo periodo anche Dubai, incredibilmente, rallenta. Ristoranti, bar, negozi: tutto chiuso o deserto fino allo spuntar della prima stella. Poi, per l’Iftar (il pasto che si consuma dopo il tramonto), la città  si rianima in ogni suo angolo.

Da sapere

  • Il digiuno (da quando sorge a quando tramonta il sole) ha lo scopo di purificare l’anima, concentrarsi sull’essenziale, aprire la mente. E’ un invito non solo a pregare, ma anche all’autodisciplina, alla pazienza e al rispetto verso gli altri. Per un mese, quindi, i musulmani conducono una vita più introspettiva, moderata, pacata: e di riflesso, anche per i non mussulmani, la quotidianità cambia.
  • Si chiama Hilal il primo spicchio di luna che segna l’inizio del mese sacro: insieme alle lanterne e ai datteri (che con il latte sono il primo “rompidigiuno” tradizionale), la luna fa parte dell’iconografia classica del mese sacro.
  • “Ramadan Kareem” l’augurio che ci si scambia durante il Ramadan, significa “Ramadan generoso”. Si risponde con “Akram”, e cioè “Allah è più generoso” oppure ripetendo “Ramadan Kareem”.
  • Alla fine del Ramadan i musulmani di tutto il mondo celebrano l’Eid Al Fitr, nota come “festa della rottura del digiuno”, che dura tre giorni. L’Eid cade il primo giorno del mese successivo a Ramadan, Shawwal, che quest’ano dovrebbe essere il 25 di giugno. La festa, concluso il mese di astinenza, celebra la gioia della realizzazione spirituale.
  • Dal 1960 la Dubai Police ha mantenuto viva la tradizione dello sparo del cannone per annunciare l’inizio del Ramadan, per segnalare la fine del digiuno ogni sera al tramonto e per annunciare l’Eid Al Fitr (due spari). Potete vedere i cannoni in diverse parti della città: a Bur Dubai, vicino a Deira prayer grounds; vicino ad Al Mamzar Park; a Bur Dubai (Al Karama prayer grounds); a JBR e al Burj Khalifa.
  • Se vi invitano a partecipare ad un Iftar, non presentatevi a mani vuote: una scatola di datteri o dei cioccolatini sono sufficienti (durante il Ramadan la moderazione è d’obbligo)
  • Il Ramadan è un ottimo periodo per comprendere meglio la cultura degli Emirati e per partecipare alla vita locale: non perdetevi gli Iftar, un bel momento di condivisione, e la festa dell’Eid al-Fitr.

Elisabetta Norzi arriva a Dubai nel 2008. Nata e cresciuta a Torino, dopo una laurea in Lettere Moderne si trasferisce a Bologna per un master di specializzazione in giornalismo. Qui conosce la realtà dell'associazionismo emiliano e decide di occuparsi di tematiche sociali. Entra nella redazione dell'agenzia di stampa Redattore Sociale, collabora per il Segretariato Sociale della Rai e per il gruppo Espresso-Repubblica. Giramondo per passione, comincia a scrivere reportage come freelance con un servizio sulla Birmania durante la “rivoluzione zafferano”, ripreso dalle principali testate e televisioni italiane. Dopo diversi anni come corrispondente da Dubai (Peacereporter, Linkiesta), fonda Dubaitaly.

Click to comment

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

More in City Guide

Authors

Trends

Calendar

May 2018
S M T W T F S
« Apr   Jun »
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

Tags

To Top