Connect with us

“Soft Ramadan” per favorire il turismo

"Soft Ramadan" per favorire il turismo

Lifestyle

“Soft Ramadan” per favorire il turismo

“Relaxed licensing rules”, ovvero regole meno rigide e più facilità nell’ottenere i permessi per favorire gli hotel e i ristoranti durante il Ramadan. L’obiettivo? Non danneggiare il turismo in questo secondo trimestre del 2018.

In pratica, come in realtà già avviene in via sperimentale dal 2016, ristoranti e hotel potranno continuare a servire cibo e alcol di giorno, per tutto il periodo del Ramadan, grazie ad una licenza speciale, ora rilasciata con maggiore facilità. Negli anni precedenti, come molti di noi ricordano, fino alle 19 era quasi tutto chiuso.

Dubai Tourism ha sottolineato come “sia necessario trovare il giusto equilibrio” per garantire a residenti e turisti le loro abitudini, e nello stesso tempo rispettare il mese sacro. Le nuove norme sono state introdotte soprattutto in prospettiva futura, poiché il Ramadan, come sappiamo, anticipa ogni anno di 10 giorni, andando quindi ad interessare, nei prossimi anni, la stagione di picco turistico in città.

L’unico divieto rimarrà quello dell’intrattenimento dal vivo e di non esagerare con i toni nel pubblicizzare cibo a alcol: l’appello del Dubai Tourism è di utilizzare “discrezione e sobrietà”.

Quello del turismo rimane un settore fondamentale per Dubai: nel 2017 si stima che il turismo abbia contribuito al PIL con più di 150 miliardi di dollari (4,6%), oltre ad avere portato quasi 570.000 posti di lavoro, circa il 4,8% dell’occupazione totale. L’aeroporto di Dubai ha registrato 83,7 milioni di passeggeri nel 2016, in crescita del 26% rispetto al 2014, aumentando nel 2017 ad oltre 88 milioni di passeggeri.

The Dubaitaly Press Team

Click to comment

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

More in Lifestyle

Authors

Trends

Calendar

April 2018
S M T W T F S
« Mar   May »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930  

Tags

To Top