Connect with us

IVA: cosa c’è da sapere per le aziende

IVA: cosa c’è da sapere per le aziende

Business

IVA: cosa c’è da sapere per le aziende

L’Imposta sul Valore Aggiunto o IVA è una tassa che si applica sul consumo di beni e servizi, addebitata alla vendita. Gli Emirati Arabi Uniti hanno introdotto l’IVA a partire dal 1 gennaio 2018, allo scopo di ridurre la dipendenza dalle entrate derivanti da petrolio e idrocarburi. L’aliquota è del 5%, e vi sono alcuni beni e servizi esenti IVA o cosiddetti zero-rated.

IVA: cosa c’è da sapere per le aziende

Nel caso di beni e servizi zero-rated, non viene applicata l’IVA sulla fornitura. Tuttavia, il fornitore può recuperare l’IVA pagata a monte. Sui beni e servizi esenti IVA, invece, l’imposta non viene applicata sulla fornitura e il fornitore non può in alcun modo recuperarla.

Chi deve registrarsi ai fini IVA?

Attraverso la registrazione ai fini IVA viene registrata la persona che gestisce un’impresa, non l’azienda stessa. La registrazione IVA, quindi, copre tutte le attività intraprese dalla persona registrata, che può essere un individuo, una persona giuridica o un ente (ad esempio un’associazione di beneficenza, un club o una società di persone).

Secondo la Federal Tax Authority (FTA), ogni persona fisica o giuridica residente nel GCC che fornisce beni e servizi negli EAU deve obbligatoriamente registrarsi ai fini IVA qualora si verifichi anche una delle seguenti condizioni:

  •  fatturato maggiore di 375,000 aed ($102,000) negli ultimi 12 mesi;
  • ci si aspetta di conseguire un fatturato maggiore di 375,000 aed nei successivi 30 giorni.

Tutte le imprese obbligate alla registrazione ai fini IVA dovranno registrarsi entro il termine del 30 aprile 2018. I soggetti che non effettueranno la registrazione entro i termini fissati, incorreranno in una sanzione amministrativa pari a 20.000 aed, come stabilito dalla Cabinet Decision no. (40) of 2017 sulle sanzioni amministrative per violazioni delle leggi fiscali negli EAU.

Vi sono, poi, le aziende che non sono obbligate alla registrazione ai fini IVA, che potranno ugualmente adeguarsi se:

  • il fatturato o le spese (che saranno soggetti a IVA) sono stati superiori a 187.500 aed negli ultimi 12 mesi;
  • si aspettano un fatturato o spese (che saranno soggetti a IVA) superiori a 187.500 aed nei successivi 30 giorni.

Registrazione come Tax Group

Due o più persone giuridiche che gestiscono una azienda in partnership, possono registrarsi ai fini IVA come un “Tax Group”. I soggetti che intendono registrarsi come Tax Group devono nominare un rappresentante che gestirà la procedura per la registrazione del tax group. Dopo essersi registrato e aver ricevuto il Tax Identification Number (TIN), il rappresentante aggiunge ulteriori membri del gruppo attraverso la Tax Group Registration. Solo dopo aver completato questo processo e aver aggiunto tutti i membri, si riceverà un TRN per l’intero gruppo.

Come registrarsi

La registrazione ai fini IVA può essere fatta attraverso il portale della Federal Tax Authority. In un comunicato del 10 marzo 2018, la FTA ha sottolineato che la registrazione è gratuita, disponibile online 24/7, e non richiede più di 15-20 minuti. Accedendo al sito web www.tax.gov.ae le aziende potranno registrare un account cliccando sulla voce “Registration”. Dopo aver ricevuto una e-mail di verifica, sarà possibile fare il login nel portale ed iniziare la fase di registrazione cliccando su “Create an Account”, compilando tutti i campi ed infine cliccando sulla voce “Submit for Approval”.

Implicazioni dell’Iva sulle aziende

Le aziende registrate ai fini IVA devono caricare l’imposta su tutte le operazioni imponibili. Esse devono, inoltre, comunicare al governo, con cadenza regolare, l’importo dell’IVA caricato sulle vendite e quello pagato sugli acquisti. Se l’importo caricato sulle vendite è maggiore di quello sugli acquisti, allora pagheranno la differenza al governo. Se invece l’importo sulle vendite è minore di quello sugli acquisti, chiederanno indietro la differenza.

Le aziende dovranno tenere, per almeno 5 anni, una serie di registrazioni che consentiranno al governo di verificare che tutto sia a posto.

Le registrazioni da tenere sono:

  •  registrazioni di tutte le forniture e importazioni di beni e servizi;
  • tutte le fatture fiscali e documenti alternativi ricevuti;
  • tutte le fatture fiscali e documenti alternativi emessi;
  • registrazioni di beni e servizi utilizzati per esigenze non correlate al business, con il dettaglio dell’IVA pagata;
  • registrazioni di beni e servizi acquistati sui quali la tassa non è stata dedotta;
  • registrazioni di beni e servizi esportati;
  • registrazioni di modifiche o rettifiche fatte alle fatture;

Le aziende registrate ai fini IVA dovranno, inoltre, custodire una registrazione IVA che mostri:

  • imposta in uscita dovuta su forniture imponibili;
  • imposta in uscita dovuta sulle prestazioni imponibili contabilizzate tramite il meccanismo del reverse charge;
  • imposta in uscita dovuta dopo la correzione di eventuali errori o rettifiche;
  • imposta in entrata recuperabile su forniture o importazioni;
  • imposta in entrata recuperabile dopo la correzione di eventuali errori o rettifiche.

Di recente la Federal Tax Authority ha affermato che tutte le imprese soggette all’imposta sul valore aggiunto e alle accise devono indicare i prezzi di beni e servizi comprensivi di imposte al fine di evitare sanzioni amministrative. L’Autorità ha invitato i consumatori e i destinatari dei servizi negli Emirati Arabi Uniti a essere consapevoli dei loro diritti, osservando che i prezzi visualizzati sugli articoli – o comunicati per i servizi forniti – dovrebbero essere comprensivi di tasse.

Per maggiori informazioni sul mercato degli Emirati Arabi Uniti o su come sviluppare il vostro business a Dubai, potete contattare qui gli esperti di Dubaitaly 2020 

 

Dottore Commercialista esperto di internazionalizzazione, negli anni si è specializzato in business strategy e management. Nel 2010 è stato Advisor per conto di Arthur D. Little, rafforzando le proprie competenze nella gestione di clienti internazionali, del settore pubblico e privato. È presente da oltre dieci anni a Dubai, dove ha maturato esperienze rilevanti in vari settori economici. Ha curato lo sviluppo e la realizzazione di numerosi progetti, coinvolgendo investitori e identificando potenziali partnership.Affianca investitori e imprenditori interessati a sviluppare il proprio business nei mercati dell’area MENA, nonché players internazionali intenzionati a investire nei mercati italiani ed europei. È co-fondatore di Dubaitaly2020, la piattaforma di professionisti esperti di internazionalizzazione, nata con l'obiettivo di rafforzare la conoscenza del mercato emiratino e di creare un percorso di crescita per tutti coloro intenzionati a sviluppare il proprio business nel Golfo. Alessandro coordina il progetto DubaItaly2020 e ne supervisiona lo sviluppo delle attività.

Click to comment

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

More in Business

Authors

Trends

Calendar

March 2018
S M T W T F S
« Feb   Apr »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Tags

To Top