Connect with us

Anche a Dubai c’è l’inverno

Anche a Dubai c'è l'inverno

Lifestyle

Anche a Dubai c’è l’inverno

Parliamo sempre tanto del soffocante caldo estivo, ma c’è un aspetto non trascurabile delle stagioni di Dubai: l’inverno. Qui l’inverno non arriva sempre, ma ogni tanto il periodo gennaio-febbraio può cogliere di sorpresa chi non conosce bene il posto. A volte tira vento, a volte piove, a volte ci si sveglia avvolti in una fitta nebbia e a volte addirittura nevica. Il mio primo inverno qui segnò la prima nevicata in assoluto nella storia degli Emirati (20 cm, addirittura!): nel gennaio 2009 Jebel Jais si imbiancò al punto da costringere gli abitanti del luogo a inventarsi ex novo un’espressione per il termine “neve” – che per ovvi motivi era inesistente nel dialetto locale. In quegli anni di slanci ed entusiasmo, ovviamente, si parlò subito di aprire un resort sciistico: chissà che qualcuno non lo faccia davvero in futuro, complice qualche raro ulteriore exploit nevoso che si è ripetuto “al nord del paese” negli anni successivi, come questo in corso.

A parte questi picchi di freddo dovuti ai venti artici che arrivano sin qui, succede comunque di patire in modo inaspettato il freddo da queste parti. “È il freddo del deserto”, mi diceva una conoscente kuwaitiana che del deserto qualcosa ne sa. “Freddo e umidità vengono assorbiti dalla sabbia fine e sottile che permea tutto e penetra direttamente nelle ossa e nei polmoni senza che ce ne accorgiamo”. Non so se questa spiegazione sia valida, certo non mi pare inverosimile data la sensazione di gelo mordente che si prova soprattutto uscendo di casa la mattina sul presto o la sera dopo cena.

È pur vero che una buona parte del disagio deriva anche dalla nostra totale impreparazione in termini di vestiario e calzature. Questa infatti è la stagione nella quale anche la super-trendy Dubai, sempre attenta alla moda e all’aspetto esteriore, perde ogni ritegno. Non che manchino i negozi: le collezioni invernali arrivano pure qui in vista delle vacanze di Natale e Capodanno quando la gente parte verso paesi generalmente più freddi.

Il punto è che quasi tutti pensiamo che non abbia senso comprare capi caldi da indossare poche ore al giorno per un mese o due all’anno (oltretutto qui siamo in perenne carenza di spazio negli armadi che sono piccoli e sacrificati), quindi finiamo con il buttarci addosso tutto quello che troviamo nel guardaroba, con effetti discutibili dal punto di vista estetico e, quel che è peggio, spesso inutili dal punto di vista del tepore. Oppure ripeschiamo il singolo completo caldo che teniamo da parte per le vacanze presso mete invernali o per andare a Ski Dubaie ci intabarriamo da capo a piedi, salvo poi rimanere in difficoltà quando la temperatura nel corso della giornata sale.

In effetti l’escursione termica in inverno è veramente da manuale del piccolo esploratore del deserto: dalle 9, 10 di mattina è primavera-estate e si va in giro con abiti estivi, anche in spiaggia, tranquillamente; ma verso il tramonto l’aria cambia e la sera e la mattina di colpo si gela: giù quindi con raffreddori, influenze e mali di stagione come se piovesse (ops).

Anche questa è Dubai: basta saperlo, non farsi cogliere di sorpresa e prenderla con l’indispensabile pizzico di umorismo. Godiamoci questa sensazione di frescura in attesa dei mesi più caldi, quando potremo tornare a sudare e ripetere le battute oramai familiari sulle alte temperature alle quali, davvero, non ci si abitua mai.

Nata a Roma, una laurea in Ingegneria meccanica biomedica, dopo una carriera in multinazionali del settore IT lavora da parecchi anni come traduttrice professionale free-lance. Ha un diploma in Interior design ed è fra le prime socie fondatrici del Club Soroptimist International Gulf-Dubai, il primo in assoluto in questa parte di mondo. Ama Dubai con tutte le sue contraddizioni, anche perché qui è nata la sua bambina ed è qui che sono stati adottati tre dei cinque gatti che compongono il suo nucleo familiare. Desidera condividere le proprie esperienze in questa città a volte stancante, ma sempre sorprendente, con gli expat, Italiani e non, che continuano ad arrivare a Dubai.

Click to comment

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

More in Lifestyle

Authors

Trends

Calendar

January 2018
S M T W T F S
« Dec   Feb »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

Tags

To Top