Connect with us

Elf on the Shelf: anche questa tradizione arriva a Dubai

Elf on the Shelf: anche questa tradizione arriva a Dubai

Lifestyle

Elf on the Shelf: anche questa tradizione arriva a Dubai

Archiviato Halloween, che anche quest’anno è stato un tripudio di maschere, avventure e dolcetti o scherzetti in moltissimi compound di Dubai, possiamo già voltare pagina per pensare al Natale. Nei negozi, nei mercatini del fine settimana e persino in qualche casa cominciano già ad ammiccare le prime luci e decorazioni natalizie. Fra queste, forse qualcuno ha notato, o noterà presto, quei pupazzetti a forma di Elfo vestiti di rosso, messi seduti su qualche mensola o scaffale di casa: il cosiddetto Elf on the Shelf.

Di cosa si tratta? Tutto nasce nel 2005 con la pubblicazione negli USA di un libro in rima, intitolato appunto The Elf on the Shelf. La storia raccontata nel libro è molto semplice: all’avvicinarsi del Natale, e in particolare nel giorno del Thanksgiving (che cade il quarto giovedì di novembre), Babbo Natale, che da solo non è che può far tutto, manda nelle case i suoi emissari gli Elfi, per vedere quali bambini sono meritevoli di regalo e quali no. L’Elfo – che ora molti acquistano “sfuso”, ma che originariamente faceva parte del pacchetto con il quale il libro veniva venduto – acquisisce valore magico nel momento in cui, estratto dalla scatola e messo a sedere su una mensola, viene “battezzato”. A quel punto è fondamentale non toccarlo, altrimenti perde ogni magia e diventa un semplice pupazzetto decorativo qualunque. È possibile invece parlargli e raccontargli i perché e i percome della propria giornata e del proprio comportamento e perorare la propria causa per ottenere il regalo desiderato. Il giorno di Natale l’Elfo di casa sparisce per tornare al Polo Nord da Babbo Natale, fino al Thanksgiving successivo.

Anche se criticato da più parti per il messaggio non completamente educativo, per alcuni addirittura ansiogeno, che rischia di essere trasmesso, il libro ha avuto un successo enorme e si è presto diffuso in tutti i paesi anglofoni, supportato anche da serie televisive e cartoni animati sul tema, regolarmente trasmessi nel periodo delle feste, al punto da diventare una vera e propria tradizione di Natale, approdata da qualche anno pure qui.

A essere sincera, a casa mia osservando una mensola o uno scaffale è sempre molto più probabile incrociare lo sguardo di un gatto che quello di un elfo, ma non si sa mai…nel dubbio, tenete presente che quest’anno il giovedì di Thanksgiving è il 23 novembre.

 

 

Nata a Roma, una laurea in Ingegneria meccanica biomedica, dopo una carriera in multinazionali del settore IT lavora da parecchi anni come traduttrice professionale free-lance. Ha un diploma in Interior design ed è fra le prime socie fondatrici del Club Soroptimist International Gulf-Dubai, il primo in assoluto in questa parte di mondo. Ama Dubai con tutte le sue contraddizioni, anche perché qui è nata la sua bambina ed è qui che sono stati adottati due dei quattro gatti che compongono il suo nucleo familiare. Desidera condividere le proprie esperienze in questa città a volte stancante, ma sempre sorprendente, con gli expat, Italiani e non, che continuano ad arrivare a Dubai.

Click to comment

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

More in Lifestyle

To Top