Connect with us

Quanto spendiamo per le tasse scolastiche?

Quanto spendiamo per le tasse scolastiche

Kidzone

Quanto spendiamo per le tasse scolastiche?

E’ stata inaugurata nei giorni scorsi la scuola più cara di Dubai, la North London Collegiate School di Nad Al Sheba: ha una retta di 83.000 aed all’anno per il pre-kindergarten e di 130.000 per i Grades 11 e 12. Gli studenti vengono selezioni accuratamente – il preside ha dichiarato che l’istituto è “academically selective”- e l’obiettivo è di preparare i ragazzi, anzi i presunti piccoli geni, per le migliori università del mondo.

Ma qual è la spesa per l’istruzione negli Emirati Arabi? A rivelarlo è una ricerca condotta dalla ISC Research: complessivamente, in tutti i Paesi del Golfo, le rette scolastiche che ogni anno pagano le famiglie superano i 10 miliardi di dollari, con una media di 8000 dollari all’anno per studente.

Negli Emirati la cifra è, precisamente, di 7747 dollari annui, mentre il Paese più caro dove mandare i figli a scuola è il Qatar, con 9.235 dollari all’anno. Al secondo posto il Kuwait (8069 dollari) e all’ultimo l’Arabia Saudita (6325 dollari).

La società di ricerca ha dichiarato che, nonostante le tasse scolastiche nei Paesi del Golfo siano tra le più alte al mondo, il numero delle scuole internazionali è destinato ad aumentare ancora.

A Dubai ci sono al momento 283 istituti internazionali (compresi gli asili), record assoluto rispetto a qualsiasi altra città nel mondo. Al secondo posto per numero di scuole internazionali, si posiziona Madrid (con 184 scuole), seguita da Abu Dhabi con 154. Come Paese, gli Emirati sono in testa alla classifica anche per numero di studenti iscritti alle scuole internazionali (604.983 studenti), dietro solamente alla Cina.

Durante la presentazione della ricerca, in occasione di IPSEF Middle East Forum, è stato sottolineato come le dinamiche del mercato dell’istruzione, nel Golfo, stiano diventando sempre più complesse, con molti fattori cruciali: dai quadri normativi agli standard di qualità, dalla selezione degli insegnati alla valutazione degli studenti. Con una sempre maggiore partecipazione di privati e di partership pubblico/privato, che cercano di soddisfare la crescente domanda di qualità nell’insegnamento.

Elisabetta Norzi arriva a Dubai nel 2008. Nata e cresciuta a Torino, dopo una laurea in Lettere Moderne si trasferisce a Bologna per un master di specializzazione in giornalismo. Qui conosce la realtà dell'associazionismo emiliano e decide di occuparsi di tematiche sociali. Entra nella redazione dell'agenzia di stampa Redattore Sociale, collabora per il Segretariato Sociale della Rai e per il gruppo Espresso-Repubblica. Giramondo per passione, comincia a scrivere reportage come freelance con un servizio sulla Birmania durante la “rivoluzione zafferano”, ripreso dalle principali testate e televisioni italiane. Dopo diversi anni come corrispondente da Dubai (Peacereporter, Linkiesta), fonda, insieme a Giulia Violante, Dubaitaly.

Click to comment

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

More in Kidzone

To Top