Connect with us

Animali&Co: stray cats a Dubai

Animali&Co: stray cats a Dubai September 23, 2017

Lifestyle

Animali&Co: stray cats a Dubai

Le segnalazioni di gatti randagi sono in cima alla classica tra le telefonate più frequenti al call center della Dubai Municipality. Chiamate che aumentano nel periodo estivo, quando molti padroni, in vista delle vacanze, abbandonano i propri animali domestici. Questa è la pubblicazione della Dubai Municipality sui gatti randagi in città.

Ciao a tutti sono Gin Tonic (si come il drink…poi capirete perché), una gattina di razza Fortunata.
Lo so che non è una razza, ma non molti degli animali abbandonati o nati nella sabbia sono così fortunati da essere adottati e portati a casa, ma io sapevo come fare: l’ho vista quella ragazza di 30 anni senza un fidanzato ed ho subito puntato a lei. Era l’anello debole e non è riuscita a lasciarmi lì ed ora ho una casa.
Ma raccontiamo bene la storia: era il 2 settembre quando piangevo in cerca di cibo e di qualcuno che mi portasse a casa nel parcheggio dell’African & Eastern ad International City (ecco perché il nome alcolico…anche se credo che Gin sia anche po’ perché al papà della ragazza piaceva il nome Ginevra) ma nessuno mi aiutava. Poi lei e la sua amica sono scese dalla macchina e come vi dicevo ho capito quale delle due sarei riuscita a convincere ed a quel punto ho cominciato a piangere più forte.
Ci siamo guardate dritte negli occhi e l’ho sentito. Ho sentito che lei era quella giusta. Ed io l’ho scelta.
Quando è entrata nel negozio pensavo non avesse funzionato, ma poi è uscita subito dopo ed è stata con me finché non mi hanno portato del cibo per cuccioli, evitando che il signore del negozio mi desse del latte con del riso dentro (ma la gente non lo sa che il latte di mucca a noi piccoli cuccioli fa male?). Mentre mangiavo ho sentito che ha provato a farmi adottare da una sua amica simpatica con un sacco di gatti, ma forse io ero una di troppo. Così si è decisa a prendermi e portarmi da quello che ha chiamato Veterinario.
Durante il viaggio l’ho riempita di bacini e cercavo di fare come con la mamma succhiando sulla sua pancia ma non usciva nulla. Che strano. Ho cercato di essere buona buona perché sembrava confusa e dubbiosa. Continuava ripetere che sarei stata una grossa responsabilità e che non sapeva se ne sarebbe stata capace.
Il dottore che mi ha controllato ha detto che ero una femminuccia di poco meno di due mesi, ma purtroppo era tanto che non bevevo e non mangiavo e quindi ero troppo magra per la mia età. Brava, senti cosa dice il dottore mi devi dare da mangiare, soprattutto quando la ciotola sarà quasi vuota.
Prima di arrivare nella mia nuova casa, abbiamo fatto una cosa stranissima: mi ha messo nella sua borsa e siamo entrate di nascosto nel supermercato a cercare una lettiera (che cos’è? Si mangia?), ma sembrava una cosa così complicata. Alla fine in due sono riuscite a venirne fuori. Umani!
Neanche sono entrata in casa che subito mi hanno lavata: ma non lo sanno che i gatti sono sempre puliti? Ok, forse avevo bisogno di un bagno visto che l’acqua era nera e devo anche dire che in realtà l’acqua mi piace. Me ne ricorderò in futuro.
Ho anche già un giochino: ha comprato due topolini, rosso e blu, per giocare. Io non so se ho mai avuto dei giochi.
Capite perché sono di razza Fortunata? Perché potevo ancora essere in quel parcheggio mentre ora ho una casa, un’umana che mi nutre con 3 pasti regolari al giorno (quando è in ritardo le ricordo io cosa deve fare) e che mi lascia dormire nel suo letto.

Ed ecco la storia di come è iniziata la mia convivenza con una gattina di poco meno di due mesi di razza Egyptian Mau, trovata in un parcheggio, che mi ha adottata. So che molte di voi sono super esperte di gatti, ma vi assicuro che per una persona che ha avuto solo cani nella sua vita, può essere esilarante ed allo stesso tempo frustrante la maternità felina, soprattutto con una micina che conosce le doti dell’essere femmina, del suo potente sguardo, molto meglio di quanto non sia capace io. Veterinario, cibo, lettiera, vaccini ed educazione felina sono ormai il mio cruccio perché dopotutto anche io posso essere una mamma pelosa informata!

Nata a Roma e con una laurea in Scienze Politiche, ha viaggiato un po' in Europa prima di stabilirsi a Dubai, dove vive da qualche anno. Amante delle serie tv e dei film, è appena stata adottata da una gattina trovatella che la terrà più impegnata del suo amore per lo shopping.

Click to comment

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

More in Lifestyle

To Top