Connect with us

Crisi Qatar: attenzione ai commenti sui Social

Crisi Qatar: attenzione ai commenti sui Social

City Guide

Crisi Qatar: attenzione ai commenti sui Social

Come sappiamo, negli Emirati Arabi occorre fare attenzione a che cosa si posta sui Social Media, soprattutto quando si parla di politica o religione. Proprio oggi il procuratore generale degli Emirati, Hamad Saif Al-Shamsi, ha invitato cittadini ed expat a controllare i propri commenti su Facebook o Twitter riguardo ad un tema sensibile in questi giorni: la crisi tra il Qatar e i Paesi del Golfo.

Qualsiasi commento che in qualche modo possa simpatizzare con Doha, ha sottolineato Al- Shamsi attraverso Al Arabiya News Channel, verrà considerato come un cybercrime, quindi punito secondo la legge: da 3 a 15 anni di prigione e fino a 500.000 dirham di multa. Il procuratore ha sottolineato che la misura è stata presa in risposta alle politiche “aggressive e irresponsabili” del Qatar.

“L’azione rigorosa e dura – ha dichiarato Al- Shamsi – sarà intrapresa contro chiunque dimostri simpatia o qualsiasi forma di favoritismo nei confronti del Qatar, o contro chiunque si opponga alla posizione degli Emirati, sia attraverso i Social Media che attraverso qualsiasi altra forma di comunicazione, scritta o verbale”. Attenzione quindi, come sempre, anche ai messaggini sui telefonini o alle chat su WhatsApp.

Gli Emirati hanno una legge molto severa sui crimini informatici, tra le più complete dei Paesi del Golfo e del Middle East: tra questi rientrano anche le offese alla religione, allo Stato e ai governanti degli Emirati.

Per approfondire, qui trovate il testo completo della legge.

The Dubaitaly Press Team

Click to comment

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

More in City Guide

To Top