Connect with us

Italioti, state a casa

Italioti, state a casa

Lifestyle

Italioti, state a casa

Per cause di forza maggiore, sono dovuta tornare in Italia. Stamattina al gate, in attesa dietro di me, gli immancabili italiani di ritorno dalla vacanza a Dubai.Mentre tentavo di combattere le mie convulsioni asperger alla vista di cotanti esseri umani tutti stipati insieme in pochi metri quadrati, non ho potuto fare a meno di ascoltare la loro conversazione.

Per cause di forza maggiore, sono dovuta tornare in Italia. Stamattina al gate, in attesa dietro di me, gli immancabili italiani di ritorno dalla vacanza a Dubai.

Mentre tentavo di combattere le mie convulsioni asperger alla vista di cotanti esseri umani tutti stipati insieme in pochi metri quadrati, non ho potuto fare a meno di ascoltare la loro conversazione. “Mah…guarda che sti arabi sono proprio brutti”. “Bah… sti bombaroli”. Un vero maschio alfa, italiano, 1.65, classico demente che non si arrende all’evidente calvizie, coprendola con quei pochi ciuffi rimasti a mo’ di riportino. Ci mancava solo più che dicesse “stessero a casa loro” e poi le aveva dette tutte.

La sauna era troppo sauna, l’aria condizionata era troppo fredda (cosa ti aspetti in un paese dove d’inverno fa 30 gradi e d’estate ne fa 870?), i mall erano troppo pieni, tutto troppo sfarzoso. E poi le regole, ma i costi, e le donne…e questi arabi.

Ma esattamente che cosa ci venite a fare a Dubai? Famosa per lo sfarzo, macchine di lusso, aria condizionata, giganteschi mall, e gli arabi. Di certo se ti aspetti di trovare solamente europei in un paese chiamato Emirati Arabi Uniti, qualcosa nell’equazione la stai sbagliando tu.

La prossima volta stai nel tuo verde paesello pieno di gente ottusa quanto te, al riparo da quella gravissima malattia chiamata intelligenza e dal pericoloso germe della tolleranza. Che poi, tolleranza, sei a casa loro. E c’hai pure da lamentarti?

Questi sono quelli che definisco “italioti”. Quel segmento dei miei connazionali che ama fare il furbo a casa degli altri, che si crede il padrone dell’universo e che manca totalmente di intelletto ed empatia.

E qui a Dubai purtroppo ne ho incontrati diversi. Gente che si lamenta dello stile di vita, degli arabi, della loro cultura e di tutto quello che fanno. Insofferenti a prescindere. Io direi che il DXB e l’Al Maktoum non sono poi così irraggiungibili, se avete tutti questi problemi da decerebrati, un last minute lo trovate sicuro.

Vegana, metallara, misantropa, elfa, nerd. Dopo aver perso il lavoro, dopo nove lunghi anni di dedizione alla scrivania, causa "crisi", decide sia giunto il momento per lei di trovarsi una professione, piuttosto che il "posto fisso". Incontra DraculApp e si reinventa così Developer, Designer e infine Social Media Strategist, trovando così la Felicità (ma non l'Amore, per quello sta messa peggio di Fighting Jumeirah Jane). Da quando è a Dubai ha scoperto di essere un'accumulatrice seriale di conchiglie.

3 Comments

3 Comments

  1. Luca

    April 13, 2017 at 11:25 am

    Si sono daccordo con te L italiano medio italiota in vacanza a Dubai è la sagra dell ottusità e del luogo comune ad onor del vero comunque te lo dice uno che nella mia umiltà un po’ di mondo in 37 anni se lo è visto Dubai è davvero un posto di merda dove per 9 mesi su 12 vivi dentro bolle di aria condizionata a 16 gradi e in effetti se la tenessi a 23 gradi come in un posto normale forse non ti verrebbe la diarrea fulminante e staresti bene lo stesso un posto finto è falso in ogni suo mattone di plastica dove vivi dentro gli hotel e i centri commerciali in quanto non esiste storia non c’è un centro storico o una passeggiata che non sia un suk frega turisti sembra una gardaland per grandi luogo di contraddizioni e finta ricchezza perché i soldi li hanno davvero in pochi invaso da tassisti camerieri facchini e muratori indiani ignoranti sfruttati e trattati come bestie ricettacolo di sole, magnacci papponi e truffatori internazionali maghi delle inculate della finanza che in patria hanno dovuto telate alla veloce ( compresi tanti italiani e ne conosco svariati ) quindi diamo a cesare quel che è di cesare per favore

    • Fabri

      April 18, 2017 at 6:53 pm

      Ma in quale Dubai dell’universo sei stato?

      Io quella in UAE, te la consiglio!
      Un’altra cosa rispetto a quella dove sei stato tu…

  2. a.bozzolo@me.com

    April 17, 2017 at 1:58 pm

    È anche un Paese dove in molti bagni dei maschi trovi la stanza fasciatoio. Rispetto ai "papponi internazionali" è poca cosa, poca cosa per noi italiani.
    La "Storia" …. quando conta di fronte ad efficienti, puliti e rispettosi fasciatoi?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

More in Lifestyle

Authors

Trends

Calendar

April 2017
S M T W T F S
« Mar   May »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30  

Tags

To Top