Connect with us

Smart Rental Service: il car sharing è arrivato anche a Dubai

Smart Rental Service: il car sharing è arrivato anche a Dubai

Lifestyle

Smart Rental Service: il car sharing è arrivato anche a Dubai

Avete già visto in giro per Dubai auto verdi e bianche con il logo “Udrive”? Vi siete chiesti che cosa siano? Da pochi giorni è attivo un nuovo servizio, presente da tempo nelle nostre città europee: Smart Rental Service, ovvero un servizio di car sharing promosso dalla Roads & Transport Authority (RTA). 

Avete già visto in giro per Dubai auto verdi e bianche con il logo “Udrive”? Vi siete chiesti che cosa siano? Da pochi giorni è attivo un nuovo servizio, presente da tempo nelle nostre città europee: Smart Rental Service, ovvero un servizio di car sharing promosso dalla Roads & Transport Authority (RTA).

L’obiettivo principale è quello di incentivare le persone ad utilizzare i mezzi pubblici – diminuendo così traffico e inquinamento – dando la possibilità ai passeggeri di tram, metro o bus di arrivare più facilmente alle loro destinazioni finali.

Come funziona il servizio? La RTA si appoggia a due compagnie esterne (Udrive ed Ekar) dalle quali ha affittato per ora 200 veicoli. La procedura è semplice: occorre prima di tutto registrarsi nel sistema, sul sito www.udrive.aewww.ekar.ae oppure attraverso l’App Udrive o Ekar. Qui dovrete inserire la vostra ID Card o il passaporto se siete turisti, la patente di guida e la carta di credito, oltre ad una foto (basta un selfie). Vi verrà quindi inviata una mail con un PIN.

A questo punto potete cominciare: basta prenotare l’auto attraverso le App o i siti web sopra elencati, scegliendo la location a voi più vicina da una mappa interattiva. E le chiavi? Non servono: la portiera  si apre cliccando su un’icona dell’App e l’auto si avvia inserendo il proprio PIN nell’apposito dispositivo montato sul veicolo, che sblocca una chiave.

Potete quindi utilizzare l’auto, per un massimo di 6 ore, e poi lasciarla parcheggiata dove vi è più comodo: in tutti i parcheggi gratuiti della città e in quelli RTA, esclusi però Media City, Internet City, Knowledge Village, Tecom, Deira e all’interno dei centri commerciali. Per richiudere l’auto basta inserire di nuovo le chiavi nel dispositivo e cliccare sull’icona dell’App per bloccare le portiere.

Per ora le postazioni sempre disponibili dove ritirare l’auto sono 45, tra cui 5 stazioni della metro (Rashidiya, Burjuman, Ibn Battuta, Union, Business Bay). Il prezzo per il servizio? 24 o 30 aed all’ora, a seconda dell’automobile scelta.

Consolidata questa prima fase del progetto, che verificherà se il car sharing possa effettivamente funzionare in una città come Dubai, l’idea è quella di implementare i veicoli disponibili, inserendo anche auto elettriche o altri mezzi di trasporto ecologici.

Elisabetta Norzi arriva a Dubai nel 2008. Nata e cresciuta a Torino, dopo una laurea in Lettere Moderne si trasferisce a Bologna per un master di specializzazione in giornalismo. Qui conosce la realtà dell'associazionismo emiliano e decide di occuparsi di tematiche sociali. Entra nella redazione dell'agenzia di stampa Redattore Sociale, collabora per il Segretariato Sociale della Rai e per il gruppo Espresso-Repubblica. Giramondo per passione, comincia a scrivere reportage come freelance con un servizio sulla Birmania durante la “rivoluzione zafferano”, ripreso dalle principali testate e televisioni italiane. Dopo diversi anni come corrispondente da Dubai (Peacereporter, Linkiesta), fonda Dubaitaly.

Click to comment

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

More in Lifestyle

Authors

Trends

Calendar

January 2017
S M T W T F S
« Dec   Feb »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  

Tags

To Top