Connect with us

Il mio primo expat-compleanno

Il mio primo expat-compleanno

Lifestyle

Il mio primo expat-compleanno

Ciao Dubai, è passato già un anno da quando sono atterrata qui per la prima volta. Ero così spaventata in aereo. Ho sempre avuto il terrore di volare, ma nel contempo quella voglia irrefrenabile di partire, scappare, vedere, toccare il mondo.

Ciao Dubai, è passato già un anno da quando sono atterrata qui per la prima volta. Ero così spaventata in aereo. Ho sempre avuto il terrore di volare, ma nel contempo quella voglia irrefrenabile di partire, scappare, vedere, toccare il mondo.

Ancora mi ricordo quando mia mamma mi portò in camera sua e mi mostrò una vasta gamma di pashmina, perché “eh, sì, ora che vai negli Emirati, dovrai iniziare a coprirti per bene”. E ancora “mi raccomando solo pantaloni lunghi”, “ma ti puoi truccare?”, “ma i capelli poi li devi tagliare?”, “ma puoi uscire da sola?” e altre frasi assolutamente folli sentite in quei pochi mesi, da quelle poche persone che sapevano della mia partenza.

Ah, Dubai… tu non lo sai, ma sei stata la mia salvezza. Sei stata il cambiamento e l’avventura di cui ho sempre avuto bisogno.

Timida, rude, asociale, indisponente, ignorante. Dopo un anno mi trovo totalmente diversa, mi hai obbligato a socializzare (anche quando non ne sentivo il bisogno. La figura del disagiato a quanto pare è internazionale), mi hai tirato fuori la forza, mi hai addolcito. Io che ho sempre tenuto il muso e odiato tutto e tutti, ora ho (quasi) imparato a provare rancore con un sorriso.

Mi hai fatto innamorare di Hamdan (a Fazza, se mi leggi batti un colpo!) e anche dello Sceicco, che si dimostra sempre un buon leader. Ma più di tutti, ci sono questi 6 punti fondamentali, che meritano un paragrafo a parte ognuno (solo perché non so legarli insieme in un discorso, e perché fare un elenco fa sempre figo).

La piazzata

La piazzata è quella cosa che in Italia non facevi mai, per evitare rogne, imbarazzi, e “poi la gente cosa pensa”. Ma qui a Dubai cambia tutto. Qui può partire la piazzata anche se manca il terzo asciugamanino piegato a destra sullo sdraio in spiaggia, anche se fino a due ore prima non sapevi manco cosa fosse una sdraio in spiaggia. Qui la piazzata è d’obbligo, la piazzata è sdegno, la piazzata è chic (grazie a Claudia per avermi infuso l’antica arte della piazzata).

Taxi

Non credo di aver preso così tanti taxi in vita mia quanto qui a Dubai. Qui si prende il taxi anche solo per fare 25 metri (sopratutto d’estate, e mi raccomando “please sir the a.c. che mi sto-squagliando-come-un-gelato-sta-per-partire-la-piazzata”), e sopratutto nella maggior parte dei casi devi sapere già la strada, tipo “autista levati tu e Vin Diesel di fast and furious che a Marina passando da Jlt ti ci porto io”.

Mare tutto l’anno

Non importa poi sei ti ritrovi a fare l’aragosta a febbraio, con 40 di febbre causa insolazione. Tu al mare ci vai lo stesso. Tutto l’anno. D’inverno perché devi fare la foto rosicona da postare sui social, mentre con apparente calma rispondi ai commenti dei tuoi amici, quando in realtà sei sul divano con un bicchiere di vino e ridi malvagiamente mentre ti stai ancora togliendo la sabbia dalle mutande. D’estate, perché ti diverti a fare la zuppa di miso assieme ad altre 482 persone (lo fai una volta, poi mai più).

I Mall (a.k.a.”Oddio la gente”)

Se c’era una cosa di cui sinceramente non ho mai sentito la mancanza, questa era la gente. E il terrore che mi pervade ogni volta che devo entrare in un mall è tangibile. Fate partire “O fortuna imperatrix mundi” e preparatevi ad un bagno di folla e a provare un’esperienza emozionale tutta nuova, che personalmente chiamo “misantropia”. Tutti a dirmi “no, nel mall no, è sempre pieno di gente” e poi puntualmente “andiamo al MOE?”. Perché?

L’acqua

Nei primi mesi qui a Dubai ho provato quasi tutte le acque disponibili sul mercato, provando i miei poveri reni e distruggendomi lo stomaco. Altro che pizza, altro che caffè. Ragazzi, è l’acqua italiana la cosa fondamentale qui a Dubai. “Dai, ma prova questa, è leggera” e puntualmente hai la sensazione di aver leccato una duna del deserto. Fortunatamente ho incontrato Monviso, l’acqua di casa, e ho smesso di sentirmi una clessidra ogni volta che andavo al bagno. Mai più senza!

La palestra

Tutti. TUTTI. T-U-T-T-I, almeno una volta nella vita, arrivati qui a Dubai, si sono iscritti in palestra. Non mentire, anche tu lo hai fatto. E se non lo hai ancora fatto…lo farai. Perché qui c’è una palestra ogni 25 metri, che nemmeno nel videogioco dei pokemon ne trovi così tante. Non solo perché è così mainstream che alla fine per un motivo o nell’altro ti ritrovi in palestra anche contro la tua volontà, non solo perché “ma sì, ho la palestra e la piscina gratis nel building. Allora mi iscrivo in palestra”, ma perché Dubai è talmente tanto fitness che alla fine ti auto-convinci di averne bisogno. Altro caso, invece, se fai parte di quella categoria che in palestra si iscrive solo per disturbare me (forse perché non mi trovano nei mall).

Un anno è passato. Non ho ancora trovato l’amore (purtroppo ultimamente Fazza è troppo impegnato), ma grazie a te, Dubai, ho trovato un tesoro fatto di piccole cose, di momenti, di ricordi. Chissà cosa mi riserverai in questo 2017.

Oh…però una cosa, Dubai, me la devi spiegare: che ca**o ti passava per la testa quando hai deciso la viabilità di JLT??

Vegana, metallara, misantropa, elfa, nerd. Dopo aver perso il lavoro, dopo nove lunghi anni di dedizione alla scrivania, causa "crisi", decide sia giunto il momento per lei di trovarsi una professione, piuttosto che il "posto fisso". Incontra DraculApp e si reinventa così Developer, Designer e infine Social Media Strategist, trovando così la Felicità (ma non l'Amore, per quello sta messa peggio di Fighting Jumeirah Jane). Da quando è a Dubai ha scoperto di essere un'accumulatrice seriale di conchiglie.

Click to comment

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

More in Lifestyle

Authors

Trends

Calendar

January 2017
S M T W T F S
« Dec   Feb »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  

Tags

To Top