Connect with us

European Film Screenings: una settimana di cinema europeo

European Film Screenings: una settimana di cinema europeo

Lifestyle

European Film Screenings: una settimana di cinema europeo

“Una finestra sulle eccellenze del cinema tra alcune delle migliori industrie cinematografiche del mondo, aperta su un Paese, gli Emirati Arabi, che hanno una vera passione per la cultura e per le diversità culturali”. Chi parla è Alessandra Priante, direttore artistico dell’European Film Screenings, appuntamento che torna anche quest’anno ad Abu Dhabi e Dubai, dal 19 al 26 ottobre. 

“Una finestra sulle eccellenze del cinema tra alcune delle migliori industrie cinematografiche del mondo, aperta su un Paese, gli Emirati Arabi, che hanno una vera passione per la cultura e per le diversità culturali”. Chi parla è Alessandra Priante, direttore artistico dell’European Film Screenings, appuntamento che torna anche quest’anno ad Abu Dhabi e Dubai, dal 19 al 26 ottobre.

A rappresentare l’Italia, il film “Mia madre” di Nanni Moretti, in programma il 24 ottobre ad Abu Dhabi (The Mall at World Trade Centre Abu Dhabi – cinema 8) e il 25 ottobre a Dubai (Ibn Battuta Mall – cinema 12 ). Ma l’European Film Screenings, alla sua terza edizione, inaugura già stasera con il film “Koza” dello slovacco Ivan Ostrochovsky.

Come ogni anno questo piccolo festival è una bella occasione per vedere sul grande schermo film che altrimenti qui negli Emirati non arriverebbero nei circuiti della normale programmazione cinematografica. E per la prima volta quest’anno, il festival ha il supporto di due istituzioni europee importati: European Film Academy ed Eurimages. “Il programma 2016 è senza dubio il più ricco e vario delle tre edizioni del festival – sottolinea Alessandra Priante -, con alcuni dei film più interessanti e acclamati provenienti da tutta Europa”.

Alcuni dei titoli? Per la Francia “Comme un avion” di Bruno Podalydes, “The snake brothers” di Jan Prusinovsky per la Repubblica Ceca, “Hausarrest” di Matthias Sahli per la Svizzera, “La Isla Minima” di Alberto Rodrigues per la Spagna, “Arabian Nights” di Miguel Gomes per il Portogallo.

E quest’anno c’è un’altra novità nel programma: una finestra dedicato al cinema arabo/europeo, per promuovere il dialogo culturale attraverso il linguaggio del cinema. Da non perdere “Abdullah”, esordio del giovane regista emiratino Humaid Alsuwaidi, “The Curve” di Rifqi Assaf per la Giordania e “Very big story” di Mir-Jean Bou Chaaya per il Libano.

Qui trovate il programma completo.

Elisabetta Norzi arriva a Dubai nel 2008. Nata e cresciuta a Torino, dopo una laurea in Lettere Moderne si trasferisce a Bologna per un master di specializzazione in giornalismo. Qui conosce la realtà dell'associazionismo emiliano e decide di occuparsi di tematiche sociali. Entra nella redazione dell'agenzia di stampa Redattore Sociale, collabora per il Segretariato Sociale della Rai e per il gruppo Espresso-Repubblica. Giramondo per passione, comincia a scrivere reportage come freelance con un servizio sulla Birmania durante la “rivoluzione zafferano”, ripreso dalle principali testate e televisioni italiane. Dopo diversi anni come corrispondente da Dubai (Peacereporter, Linkiesta), fonda, insieme a Giulia Violante, Dubaitaly.

Click to comment

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

More in Lifestyle

Authors

Trends

Calendar

October 2016
S M T W T F S
« Sep   Nov »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

Tags

To Top