Connect with us

ABCitaliano: non perdiamo la ricchezza della nostra lingua

ABCitaliano: non perdiamo la ricchezza della nostra lingua

Kidzone

ABCitaliano: non perdiamo la ricchezza della nostra lingua

A come amore, B come bambini, C come cultura. E’ nato proprio da qui, dall’amore di un gruppo di mamme e dall’importanza di trasmettere ai bimbi non solo la loro “lingua madre”, ma anche un po’ della nostra ricchissima cultura, il progetto ABCitaliano.

A come amore, B come bambini, C come cultura. E’ nato proprio da qui, dall’amore di un gruppo di mamme e dall’importanza di trasmettere ai bimbi non solo la loro “lingua madre”, ma anche un po’ della nostra ricchissima cultura, il progetto ABCitaliano.

Di che cosa si tratta? Di un gruppo no-profit che, supportato dalla Greenfield Community School, ha deciso di avviare corsi di lingua italiana: aperti sia agli studenti che frequentano la scuola, con due ore a settimana integrate nell’orario scolastico, sia agli studenti esterni alla scuola (le lezioni, in questo caso, sono il sabato mattina). Con un bell’obiettivo: “ci auguriamo – spiegano le organizzatrici – che i nostri figli riescano a condividere il nostro patrimonio culturale con i loro coetanei di altre nazionalità, affinché l’Italia non sia solo sinonimo di pizza e spaghetti”.

Lasciamo la parola ad ABCitaliano, che ci spiega da dove è partito il progetto e come sono strutturati i corsi.

Il fatto che i nostri bimbi, vivendo qui, perdano non solo la lingua, ma anche parte della cultura italiana (quella trasmessa dalla scuola, ad esempio), è un problema sentito dalle famiglie?

Noi italiani adoriamo vantarci della precisione grammaticale e della ricchezza lessicale della nostra lingua. Per questo motivo ci viene una fitta al cuore quando, dopo esserci trasferiti gioiosamente all’estero, vediamo i nostri figli perdere la padronanza dell’italiano, giorno dopo giorno. Spariscono i congiuntivi, le coniugazioni, gli avverbi e la sintassi si intreccia con quella anglosassone (“mamma, quando torniamo dai nonni casa?”, “Io sono cinque anni”, “mi printi questo documento”

Da dove nasce, dunque, l’idea di ABCitaliano?

Preoccupate di tutto questo, intenzionate ad arginare il danno nei limiti del possibile, noi mamme della Greenfield Community School abbiamo deciso lo scorso anno di coordinarci come volontarie e di organizzare il programma di Mother Tongue Italiana, supportate dal nostro Preside in quanto parte importante dell’IB curriculum. Da settembre 2015 sono quindi partiti i corsi di due ore settimanali di Lingua Italiana, svolti all’interno della scuola stessa in orario scolastico e con professoresse Italiane in grado di rilasciare a fine anno pagellina ed attestato di partecipazione.

Quale è stata la risposta degli studenti?

I nostri ragazzi hanno tutti risposto in maniera fantastica alle lezioni, con entusiasmo e miglioramenti indiscutibili, al punto che la scuola stessa ci ha esortato ad insegnare l’italiano anche agli studenti non madrelingua, ma soprattutto ad aprire i corsi a tutti gli studenti Italiani a Dubai, indifferentemente dall’istituto di appartenenza.

Che cosa prevede il programma di ABCitaliano?

La nostra filosofia è far crescere i ragazzi dotandoli del metodo di apprendimento e non solo dei contenuti studiati. Ovviamente il metodo non è univoco, ma dipende dalla capacità: deduttiva, induttiva, visiva o mnemonica e quindi il programma viene pianificato in base alle competenze degli studenti.

Come scegliete le insegnanti? Ce le presentate?

Le insegnanti sono state scelte in base alla loro esperienza di insegnamento maturata nel corso degli anni, sia in Italia che all’estero. Abbiamo utilizzato la banca dati del Consolato e delle preziose Donne italiane a Dubai. Tutte le insegnanti hanno il certificato di abilitazione all’insegnamento. Cristina, Caterina, Manuela ed Antonella sono le docenti del sabato mattina. Donatella segue le classi in Greenfield Community School durante l’orario scolastico. Debora si occupa dei beginners.

Che cosa vi augurate imparino i vostri studenti?

Ci prefiggiamo che i nostri figli innanzitutto imparino a leggere e scrivere appropriatamente e studino la storia e la geografia. Ci auguriamo pertanto che riescano a condividere il nostro patrimonio culturale con i loro coetanei di altre nazionalità affinché l’Italia non sia solo sinonimo di pizza e spaghetti.

Quando cominciano i corsi?

I corsi per gli studenti esterni alla Greenfield Community School del sabato mattina partiranno i primi di ottobre, mentre quelli alla Greenfield Community School di Mother Tongue Programme e Beginners sono già partiti a settembre. Con l’occasione vi invitiamo numerosi a partecipare ai test d’ingresso che si terranno il primo di ottobre alle ore 9.30 presso la nostra scuola.

Ci data un’idea del costo dei corsi?

In quanto gruppo no-profit, riusciamo ad offrire i corsi a meno di 50 aed all’ora (libri di testo a parte). Per informazioni dettagliate sui costi e per le iscrizioni vi incoraggiamo a visitare il nostro sito di ABCitaliano e a seguirci sulla nostra pagina Facebook.

Per maggiori informazioni: info@abcitaliano.com

Elisabetta Norzi arriva a Dubai nel 2008. Nata e cresciuta a Torino, dopo una laurea in Lettere Moderne si trasferisce a Bologna per un master di specializzazione in giornalismo. Qui conosce la realtà dell'associazionismo emiliano e decide di occuparsi di tematiche sociali. Entra nella redazione dell'agenzia di stampa Redattore Sociale, collabora per il Segretariato Sociale della Rai e per il gruppo Espresso-Repubblica. Giramondo per passione, comincia a scrivere reportage come freelance con un servizio sulla Birmania durante la “rivoluzione zafferano”, ripreso dalle principali testate e televisioni italiane. Dopo diversi anni come corrispondente da Dubai (Peacereporter, Linkiesta), fonda, insieme a Giulia Violante, Dubaitaly.

Click to comment

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

More in Kidzone

To Top