Connect with us

Dubai Expo 2020: 1.36mld di dollari di contratti per le Pmi

Dubai Expo 2020: 1.36mld di dollari di contratti per le Pmi

Dubai 2020

Dubai Expo 2020: 1.36mld di dollari di contratti per le Pmi

Dubai ha annunciato che il 20% della spesa diretta e indiretta stanziata per Expo 2020 sarà destinato alle piccole e medie imprese. Secondo i piani, nei prossimi anni più di 5 mld Dhs (1.36 mld$) di contratti saranno destinati alle PMI locali e internazionali.

*L’articolo è tratto da Gulf Business e tradotto in italiano

Dubai ha annunciato che il 20% della spesa diretta e indiretta stanziata per Expo 2020 sarà destinato alle piccole e medie imprese. Secondo i piani, nei prossimi anni più di 5 mld Dhs (1.36 mld$) di contratti saranno destinati alle PMI locali e internazionali.

Reem Al Hashimy, Ministro di Stato per la cooperazione internazionale e direttore generale del Bureau Expo Dubai 2020, ha affermato che 2.418 dei 6.196 fornitori registrati sul portale di e-sourcing del governo sono piccole e medie imprese. Dei 787 contratti aggiudicati finora, 320 sono stati vinti da PMI, ha aggiunto.

“Le PMI stanno già svolgendo un ruolo centrale nella spinta degli EAU verso lo sviluppo di un fiorente settore privato e di un’economia diversificata, il che rende il potenziamento delle PMI una priorità strategica per il governo”, ha affermato Sultan bin Saeed Al Mansoori, Ministro dell’economia e Presidente del UAE SME Council. “Questo sforzo è anche in sintonia con la Vision 2021 degli EAU, per la transizione verso un’economia basata sulla conoscenza che promuove la creatività e l’innovazione”, ha aggiunto.

La Legge Federale No. 2, introdotta nel 2014, stabilisce che il 10% di tutti i contratti del governo federale siano assegnati alle PMI. Inoltre, le imprese in cui il governo possiede una quota del 25% devono stipulare contratti con le PMI per almeno il 5% della spesa totale per acquisti, manutenzione e consulenza.

Le PMI costituiscono circa il 94% del totale delle aziende che operano negli Emirati Arabi Uniti. Le 400.000 PMI rappresentano circa il 60% del PIL del Paese e si prevede che entro il 2021 si arrivi al 70%. “L’integrazione delle PMI nei lavori per Expo 2020 Dubai continuerà a stimolare l’occupazione, a rafforzare le industrie esistenti, a migliorare la competitività delle PMI e, in ultimo, a contribuire ad una crescita economica sostenibile. Questa sarà un’importante eredità lasciata da Expo 2020 Dubai agli EAU e all’intera regione”, ha affermato Al Hashimy.

Ha aggiunto, inoltre, che le opportunità di partecipazione delle PMI si estendono al di là del sito in cui si terrà Expo e della durata della manifestazione stessa. “Dalle esigenze di circa 30.000 volontari, ai servizi richiesti dai partecipanti internazionali per lo sviluppo autonomo dei padiglioni, e al trasferimento di conoscenze, ci siamo impegnati a lavorare con le aziende più innovative di tutte le dimensioni, diffondendo le opportunità, per quanto possibile, e catturando lo spirito dell’evento”.

Il processo di manifestazione di interesse a lavorare è stato modificato per consentire alle PMI di formulare offerte più competitive, tra cui una validità della proposta di 60 giorni, l’assenza di richieste di vincoli di gara e garanzie di pagamento anticipato, l’acconto del 50% per beni/materiali, il pagamento anticipato del 25% per i servizi, e un impegno per il pagamento entro 30 giorni dal ricevimento della fattura approvata.

Nel mese di giugno, Al Hashimy ha confermato che l’inizio dei lavori per le infrastrutture del sito Dubai Expo 2020 è previsto entro l’estate e il completamento avverrà a ottobre 2019.

La visione strategica degli EAU per la crescita economica del paese e la diversificazione dell’economia, riconosce il ruolo sempre più centrale delle piccole e medie imprese. Seguendo questa linea strategica, la scelta di destinare alle PMI parte dei contratti per i lavori legati a Expo 2020 costituisce un segnale importante, contribuendo ad accrescerne la competitività.

Le piccole e medie imprese, infatti, potranno godere di visibilità a livello internazionale e avranno la possibilità di accrescere le proprie competenze e capacità produttive.

Ritengo che, sebbene vada valutata con attenzione, si tratti di un’interessante
opportunità anche per le PMI italiane, e che, se ben gestita, potrebbe costituire un
banco di prova importante per comprendere le proprie capacità di lavorare in un
mercato altamente competitivo come quello emiratino.

The Dubaitaly Press Team

Click to comment

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

More in Dubai 2020

To Top