Emirati: la legge che tutela i bambini

E’ entrata in vigore a tutti gli effetti una legge importante, che ancora mancava negli Emirati: la Child Protection Law, ovvero la normativa che protegge e tutela i diritti dei minori. La Federal Law No 3 – 2016 è stata subito ribattezzata legge Wudeema, in memoria della bimba emiratina di 8 anni che, nel 2012, morì a causa delle violenze subite dal padre e dalla sua compagna. La legge si applica a tutti i bambini negli Emirati Arabi Uniti, residenti o turisti e, nei diversi punti, vengono tutelati i diritti fondamentali dei minori: alla sicurezza, all’istruzione, alla salute, allo sviluppo e alla crescita in un ambiente sicuro, alla protezione da ogni forma di abuso fisico, sessuale, verbale, psicologico o emotivo.

Non solo: la normativa prende in considerazione anche tutti gli atti di negligenza nei confronti dei bambini che possano in qualche modo metterne a repentaglio la sicurezza. Tra i principali:

  • Far sedere i bambini sul sedile anteriore dell’auto oppure trasportarli senza seggiolini o cinture di sicurezza (multato con ingenti somme, da 5000 aed in su)
  • Schiaffeggiare o picchiare i bambini per punirli
  • Lasciare un bambino a casa da solo
  • Insultare i bambini o umiliarli verbalmente

  Vediamo ora i punti principali della legge:

  • I bimbi hanno il diritto a vivere in un ambiente sicuro e sano per la loro crescita e il loro sviluppo
  • I bimbi hanno il diritto alla cittadinanza e ad essere registrati sotto il nome dei genitori
  • Tutti i bambini devono avere accesso ai servizi sanitari, in tutto il paese
  • I bambini hanno il diritto allo studio e a uguali opportunità senza nessun tipo di discriminazione
  • Il lavoro minorile è vietato. I bambini possono iniziare a lavorare solo all’età di 15 anni
  • I genitori o chi ha la tutela dei bambini devono garantire tutti i requisiti di una famiglia sicura
  • E’ vietato vendere tabacco ai minori di 18 anni
  • E’ vietato fumare in presenza di bambini, sui trasporti pubblici o privati come nei luoghi chiusi se sono presenti bimbi
  • E’ vietata la vendita di alcol o di ogni altra sostanza nociva ai minori di 18 anni
  • I bambini hanno il diritto di essere salvaguardati da abusi (fisici, sessuali, verbali, psicologici, emotivi) e negligenze
  • I bimbi hanno il diritto alla protezione e di essere affidati ad un tutore in caso di perdita dei genitori
  • Chi viene condannato per reati sessuali non può svolgere nessun lavoro che abbia a che fare con i bambini
  • E’ vietata la registrazione, produzione e divulgazione di materiale pornografico che coinvolga bambini

Secondo quanto sottolineato dalla Community Development Authority di Dubai, la legge è stata scritta pensando prima di tutto all’interesse dei bambini. Non con l’intento, quindi, di allontanare i minori dalle proprie famiglie, ma di responsabilizzare i genitori a crescere i propri figli in un ambiente sicuro e a rispettare i loro diritti. Per questo, salvo casi di evidente pericolo o gravi abusi, le autorità sono incaricate di emettere tre avvertimenti scritti ai genitori e fornire nel frattempo un supporto per la famiglia. Per le recidive, scattano invece le multe (da 5000 a 50,000 aed) e, quando previsto, il carcere. Secondo la legge, inoltre, chiunque sospetti di casi di abuso (insegnanti, vicini di casa, conoscenti) è tenuto a riferirlo alle autorità.

Numeri utili per denunciare casi di violenza e abusi

Polizia: 999
Ministry of Interior Child Protection: 116-111
Child Protection Centre (Community Development Authority Dubai): 800 988
Dubai Foundation for Women and Children: 800 111
Social Services Department (Sharjah): 800 700

Leave a comment