Connect with us

La città vecchia si rifà il look

Lifestyle

La città vecchia si rifà il look

“Il Dubai Creek e il centro storico sono l’anima della nostra città e definiscono il patrimonio culturale degli Emirati”. Chi parla è Abdul Rahman Al Owais, ministro e Presidente di Dubai Culture and Arts Authority. Per gli emiratini è proprio così: la vera Dubai è quella di Al Shindagha, Bur Dubai, Deira e Al Fahidi.

“Il Dubai Creek e il centro storico sono l’anima della nostra città e definiscono il patrimonio culturale degli Emirati”. Chi parla è Abdul Rahman Al Owais, ministro e Presidente di Dubai Culture and Arts Authority. Per gli emiratini è proprio così: la vera Dubai è quella di Al Shindagha, Bur Dubai, Deira e Al Fahidi.

E finalmente arriva un progetto per riqualificare l’intera città vecchia: i lavori dureranno tre anni e verrà rinnovata e restaurata un’area di oltre 1,5 km quadrati. Dando vita a una sorta di percorso culturale che ripercorrerà la storia di Dubai toccando cinque temi: la tradizione (quindi la cultura e la storia degli Emirati Arabi); il patrimonio (la riqualificazione e protezione degli edifici storici); il commercio (interventi che preserveranno i souk, i mercati e il commercio tradizionale); la comunità (ovvero il ripristino di piazze come luoghi di aggregazione); la conservazione (garantire il tessuto originale della zona). Il progetto – aggiunge la Dubai Culture and Arts Authority – creerà nuove opportunità culturali e commerciali, con l’obiettivo di attirare 12 milioni di visitatori entro il 2020.

Diamo uno sguardo alle diverse zone: l’area di Al Shidagha, una volta sede della residenza degli sceicchi, ospiterà mostre galleggianti sui dhow, le imbarcazioni usate per la pesca delle perle e per i commerci, che racconteranno la cultura del mare. Le majlis all’aperto, invece, diventeranno piccoli salotti-piazze per installazioni, eventi multiculturali e punti di ritrovo.

Nel quartiere di Deira saranno ripristinate vecchie torri di avvistamento e botteghe tradizionali (fabbri, filatori di cotone), mentre le piazze ospiteranno mostre che ripercorreranno le tradizioni. L’Al Fahidi Fort di Bur Dubai sarà restaurato e ampliato come cuore centrale della zona e saranno installati grandi schermi interattivi per mostrare la storia dell’insenatura di mare che entra nel deserto, il Creek. Il quartiere di Al Fahidi ospiterà poi gallerie d’arte e verranno potenziati i collegamenti con gli Abra (le piccole barche tradizionali) tra le due sponde del mare.

Il programma di rilancio del centro storico, come ha sottolineato la Dubai Municipality, ha anche un altro fine importante: far sì che questa zona di Dubai possa entrare tra i siti del patrimonio culturale mondiale protetti dall’Unesco.    

Elisabetta Norzi arriva a Dubai nel 2008. Nata e cresciuta a Torino, dopo una laurea in Lettere Moderne si trasferisce a Bologna per un master di specializzazione in giornalismo. Qui conosce la realtà dell'associazionismo emiliano e decide di occuparsi di tematiche sociali. Entra nella redazione dell'agenzia di stampa Redattore Sociale, collabora per il Segretariato Sociale della Rai e per il gruppo Espresso-Repubblica. Giramondo per passione, comincia a scrivere reportage come freelance con un servizio sulla Birmania durante la “rivoluzione zafferano”, ripreso dalle principali testate e televisioni italiane. Dopo diversi anni come corrispondente da Dubai (Peacereporter, Linkiesta), fonda, insieme a Giulia Violante, Dubaitaly.

Click to comment

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

More in Lifestyle

Authors

Trends

Calendar

March 2015
S M T W T F S
« Feb   Apr »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  

Tags

To Top