Connect with us

Turisti a Dubai

Turisti a Dubai

Lifestyle

Turisti a Dubai

E’ il più ripetuto tra i luoghi comuni: Dubai è finta, artificiale, un grande parco giochi e niente di più. Sicuramente questa è una città eccessiva, esagerata, eccentrica, ma è animata dalla volontà (e dall’illimitata disponibilità finanziaria) di sperimentare e proiettarsi nel futuro.

E’ il più ripetuto tra i luoghi comuni: Dubai è finta, artificiale, un grande parco giochi e niente di più. Sicuramente questa è una città eccessiva, esagerata, eccentrica, ma è animata dalla volontà (e dall’illimitata disponibilità finanziaria) di sperimentare e proiettarsi nel futuro. Due aspetti che la rendono dinamica e vitale come poche altre metropoli al mondo. Potrete odiarla o amarla, ma è sicuramente unica e una volta nella vita va senza dubbio vista.Per comprenderla fino in fondo, occorre però andare al di là dell’immagine con cui viene generalmente presentata: Dubai non è solamente la città dei record, del lusso, dello shopping, del “qui tutto è possibile”. Certo, questi sono aspetti che abbagliano e colpiscono, soprattutto arrivando dalla nostra vecchia Europa un po’ scalcagnata. Ma la vera anima di questa città, stretta tra il deserto e il mare, va cercata altrove: non tanto, o meglio non solo, nei suoi lati spettacolari, ma piuttosto nelle sue stupefacenti e inaspettate contraddizioni. Che nascono, e qui sta il suo principale fascino, dalla continua ricerca di equilibrio tra una radicata cultura musulmana e il modello occidentale. Con quest’ottica, vi proponiamo qualche spunto per visitare la città.

Passato e futuro

  • Dopo una visita al grattacielo più alto e moderno del mondo, il Burj Khalifa (potete prenotare i biglietti sul sito internet), immergetevi nel bianco e nel silenzio di Bastakiya, l’antico quartiere con le torri del vento di gesso e corallo. Se vi interessano i cambiamenti della città, visitate il Dubai Museum
  • Dopo una mattinata in uno dei grandi Mall, passeggiate tra le vie del souk delle spezie e dei tessuti. Riposatevi in uno dei ristoranti sul Creek (l’insenatura di mare che entra nel deserto) bevendo un lemon mint (una delle bibite tipiche) e osservando le imbarcazioni di legno che partono per l’Iran cariche di merce
  • Assaggiate lo shawarma in uno dei tani chioschetti di Bur Dubai e poi concedetevi un tè nell’unico hotel 7 stelle del mondo, il Burj Al Arab
  • Fate un giro sulle imbarcazioni tradizionali che attraversano il Creek (gli abra) e passeggiate tra i grattacieli di Dubai Marina e il lungomare di Jbr
  • Visitate la Jumeirah Mosque (l’unica aperta agli occidentali) e pranzate in uno dei locali del quartiere finanziario di Difc
  • Dopo una notte nel deserto, prendete la metropolitana più moderna del mondo e arrivate fino alla Palma e all’Atlantis

Sul sito della Dubai Culture and Arts Authority e su quello del Sheikh Mohammed Centre for Cultural Understanding trovate l’elenco completo dei luoghi di interesse storico e culturale di Dubai (musei compresi).

Paesaggi

  • Dubai dal mare: affittate una barca per un giorno, godetevi il mare e ammirate lo skyline dall’acqua
  • Dubai dall’alto: salite in cima al Burj Khalifa o cenate all’ultimo piano del Burj Al Arab
  • Dubai dal cielo: per osservare il contrasto tra deserto e grattacieli, fate un giro in mongolfiera, sull’idrovolante o in elicottero
  • Dubai dal deserto: tornando dal safari nel deserto, fermatevi al Ras Al Khor Wildlife Sanctuary per godervi Dubai al tramonto circondati dai fenicotteri

Se avete poco tempo, vi consigliamo un giro della città con il Big bus tour: è turistico, ma potete salire e scendere dove volete e avrete una panoramica completa di Dubai.

Elisabetta Norzi arriva a Dubai nel 2008. Nata e cresciuta a Torino, dopo una laurea in Lettere Moderne si trasferisce a Bologna per un master di specializzazione in giornalismo. Qui conosce la realtà dell'associazionismo emiliano e decide di occuparsi di tematiche sociali. Entra nella redazione dell'agenzia di stampa Redattore Sociale, collabora per il Segretariato Sociale della Rai e per il gruppo Espresso-Repubblica. Giramondo per passione, comincia a scrivere reportage come freelance con un servizio sulla Birmania durante la “rivoluzione zafferano”, ripreso dalle principali testate e televisioni italiane. Dopo diversi anni come corrispondente da Dubai (Peacereporter, Linkiesta), fonda Dubaitaly.

Click to comment

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

More in Lifestyle

Authors

Trends

Calendar

January 2015
S M T W T F S
    Feb »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Tags

To Top